Tipicità dei paesi del Mediterraneo in primo piano a Napoli al Med Cooking Congress

La terza edizione del Med Cooking Congress  si terrà a Napoli dal 10 al 12 ottobre e comprenderà meeting internazionali, itinerari via mare, visite ai produttori e cene con celebrity-chef  italiani e stranieri. L’evento napoletano, organizzato dalla società By Tourist, è l'anteprima italiana dell’appuntamento di febbraio che avrà luogo a Barcellona, in Spagna.

Il Med Cooking Congress non è una fiera ma un momento d’incontro internazionale, un meeting tra operatori del settore, dove poter portare avanti trattative commerciali e ampliare le proprie conoscenze nel mondo della gastronomia internazionale. Importatori, distributori, esperti del mondo gastronomico e chef come ambasciatori del gusto si riuniscono  per un confronto aperto sulle trasformazioni del mercato e sulle strategie di marketing necessarie per rafforzare l’interscambio dei prodotti tipici salvaguardando l’identità territoriale.

"Obiettivo del congresso -  spiega Luisa Del Sorbo, ideatrice ed organizzatrice - è approfondire la conoscenza di tradizioni culinarie, territorio e sapori del Mediterraneo, rafforzando interscambi commerciali di tipicità locali e la sinergia sulla costa tra Nazioni unite dallo stesso mare”.

A Napoli interverranno gli chef italiani Antonio Mellino, due stelle Michelin del ristorante Quattro Passi di Nerano, Felice Lo Basso del “Felice Lo Basso Restaurant” di Milano, Vincenzo Guarino, del ristorante Il Pievano di Castello di Spaltenna in Chianti, Michele Deleo dello stellato Rosselinis di Ravello, Pietro D’Agostino del ristorante stellato La Capinera. Ospiti d'onore saranno lo chef greco Spyros Theodoridis e il croato Andrej Barbieri. Per l'occasione è prevista anche una navigazione dalla Marina Molo Luise al Parco Archeologico di Baia con la degustazione di sidro a bordo a cura della Gma Specialità.

Il Med Cooking Congress sarà presentato nella conferenza stampa di lunedì 12 settembre a Torino al ristorante Le Vitel Etonnè, dove interverrà anche uno chef egiziano: “La scelta di Torino – spiega Luisa Del Sorbo,  – non è assolutamente casuale. Nel pomeriggio del 12 settembre infatti effettueremo una visita al Museo Egizio dove sono presenti pani e cibi che richiamano la tradizione gastronomica antica egiziana e dimostrano gli interscambi commerciali sulle coste del Mediterraneo, in particolare modo con la Campania e Pompei”.

Il congresso è aperto al pubblico.  Ulteriori info sul sito cookingcongress.com

Pubblica i tuoi commenti