A Milano ripartono i corsi professionali di Congusto per chef, pasticcieri, maître e concierge

congusto

Congusto, il più grande Campus Culinario milanese, riapre i suoi corsi professionali certificati dalla Regione Lombardia.
Gli aspiranti  cuochi/chef  potranno accedere alle lezioni patrocinate dall’Apci  (Associazione Professionale Cuochi Italiani) che tratteranno gli argomenti fondamentali della professione:  scelta delle materie prime, basi della cucina classica italiana, apprendimento di tecniche di base, utilizzo di strumentazioni. Il tutto completato dall’acquisizione di nozioni di nutrizionismo e di etica professionale. Accanto, i corsi per pasticciere con  un percorso pratico che consenta agli studenti di realizzare prodotti di alta pasticceria con il supporto di tecniche e attrezzature professionali.
L'offerta didattica prosegue con i nuovi percorsi formativi per manager o maître di sala e ricevimento. Formeranno esperti nell’accogliere, gestire, intrattenere e servire gli ospiti di strutture ristorative, alberghiere, bar e pubblici esercizi. proprio per dare una formazione a 360° sull’arte del ricevere, tra gli insegnanti ci sarà anche lo psicologo comportamentale, l’esperto di look, il sommelier e l’esperta di bon ton

I corsi amatoriali si sviluppano con lezioni tematiche, approfondimenti di tecniche base, lezioni uniche e corsi di più appuntamenti con argomenti che spaziano dai piatti unici vegetariani ai cibi da strada, dalla lezione happy halloween per i bambini dai 5 agli 11 anni a quella dedicata alle torte da credenza. E ancora il brunch di coppia, la cucina milanese, la birra gourmet, pane e focacce, la pizza, la pasticceria base, la cucina classica, il Natale.

Nel primo semestre 2016 sono stati 1800 gli allievi (tra professionali e amatoriali) che hanno frequentato i corsi Congusto con un forte incremento del pubblico maschile che ha raggiunto il 65% delle utenze. “I trend della nuova stagione – spiega Federico Lorefice, fondatore di Congusto – sono vari e vanno dall’evoluzione della cucina vegetariana alla mania della pasta, dall’uso di prodotti fermentati in cucina ai nuovi tagli per pesce e carne, dalla cucina 2.0 per i foodtruck allo street food. Per noi la formazione è tutto: i nostri chef insegnano un mestiere nobile fatto di passione e tanta dedizione. Il nostro obbiettivo con la Regione Lombardia è quello di creare competenze per un mestiere che è fatto anche di lavoro di squadra e non solo di solisti. Un mestiere ricco di sfaccettature, che però necessità anche di continui aggiornamenti professionali”.

Parole chiare anche dal direttore di Congusto Roberto Carcangiu: “Io credo che insegnare significhi oggi provare a pensare cosa sarà il futuro: pensare alla modalità con cui la ristorazione funziona, per interpretare il mercato del momento. Le persone da noi imparano tecniche da applicare al mercato di oggi che chiede cibi light (caratterizzati da freschezza e genuinità), tempi di attesa non molto lunghi e un aspetto salutistico importante e dimostrabile con caratteristiche che ti aiutano a stare bene e non a curare i problemi”.
E in pasticceria?
La tendenza oggi – spiega il pastrychef di Congusto Davide Pisanoè quella di ritornare alla base della pasticceria. Sembra che sia gli appassionati che i professionisti stiano facendo più ricerca sugli impasti base, sui prodotti lievitati, le torte da forno, i mignon classici. Non c’è più la ricerca ossessiva dell’ultra moderno: oggi il corso base è super ricercato, si torna alla tradzione”.

Per maggiori informazioni è online www.congusto.com, il nuovo sito del Campus con aggiornamenti costanti su corsi e iscrizioni.

Pubblica i tuoi commenti