Apre il Refettorio di Modena per persone in difficoltà voluto da Bottura. Grande partecipazione degli chef modenesi

bottura

Food for Soul, la Onlus fondata da Massimo Bottura, ha dato vita a Socialtables@Ghirlandina, già chiamato “Il Refettorio di Modena”. Ogni lunedì sera, la mensa della Ghirlandina voluta dallo chef modenese dopo le esperienze di Milano, Rio e Bologna, offrirà la cena a 60 persone in difficoltà segnalate da Caritas e dai centri d'ascolto. I locali saranno quelli restaurati dell'ex cappella Bentivoglio.

Al momento le cene benefiche previste sono 14 ma l’iniziativa proseguirà sicuramente ad oltranza vista l’adesione entusiastica dei ristoratori del circuito Chef di Modena a Tavola. Sono: Luca Marchini (ristorante L'erba del Re), Carlo Gozzi (L'incontro), Fabio Trolio (La Busa), Gianluca Soncini della (Trattoria del Campazzo), Cristian Facchini (Osteria Emilia) Stefano Corghi (Il luppolo e l'uva), Frank Cerrato (I girasoli), Massimiliano Sereni (Locanda Corte di Albareto” di Gaiato), Marco Messori (Osteria della Cavazzona), Paolo Reggiani (Laghi Curiel), Lorenzo Migliorini (Taverna dei Servi), Massimiliano Telloli (Stallo del Pomodoro), Emilio Barbieri (Strada Facendo), Barbara Astolfi (Il Calcagnino).

A tavola verranno serviti i piatti della tradizione emiliana in parte realizzati con il surplus alimentare proveniente da produttori e venditori al dettaglio di generi alimentari e dagli stessi ristoratori.
Il progetto è stato realizzato in collaborazione con la Diocesi e il Comune di Modena, la Fondazione Auxilium, Menu srl e il mercato Albinelli . Porte spalancate a chiunque volesse aderire con contributi e/o attività di volontariato.

Maggiori informazioni sul sito foodforsoul.it

Pubblica i tuoi commenti