Accademia Gualtiero Marchesi, da settembre i corsi. E altre gustose novità

Al motto di “Marchesi si nasce, cuochi si diventa”, l’Accademia Gualtiero Marchesi (in via Bonvesin de la Riva a Milano, storico luogo da cui tutta la carriera del Maestro ebbe origine) ha presentato il calendario dei corsi dell’autunno.

Inaugurata lo scorso anno, l’Accademia è un luogo di studio, di apprendimento e approfondimento in tema gastronomico che propone corsi di formazione, di divulgazione di una sana alimentazione, di cultura della cucina indirizzati a professionisti, amatori e persino bambini, con corsi studiati ad hoc.

In particolare, per quanto riguarda i professionisti, da settembre (date e costi ancora in via di definizione) si terranno corsi di storia della cucina, lezioni digital per imparare a comunicare il proprio locale con i social network. E ancora lezioni su “la tavola degli artisti” (ricette del ‘900 dedicate a personaggi famosi); su la cucina di Amedeo Pettini, capocuoco del re Vittorio Emanuele III, su “La cucina ai tempi della guerra”.

Non solo: è previsto anche un corso sul servizio di sala, con approfondimenti sulla figura del maître e altre figure specializzate nel servizio di sala. «Un aspetto, quello del servizio – dice Marchesi in conferenza stampa – particolarmente carente, tanto che in Alma (la scuola di cucina internazionale di Colorno di cui guidata da Marchesi, ndr) stiamo ricominciando a inserire l’insegnamento del trancio in sala, per dare gli strumenti a chi lavora in sala per riappropriarsi di un ruolo importante».

Inoltre in autunno si terranno corsi monografici, per “entrare” nel mondo di Gualtiero Marchesi attraverso lo studio dei suoi piatti, le tecniche di cucina, la sua visione artistica della cucina; fra le prime monografie in programma (2 gg di lezioni, 750 euro + iva). Il primo in programma, da ottobre, è “Il riso”, a seguire “Piatti d’entrata”, “La Pasta, “La carne”, “Il Pesce”. A novembre “La cucina come forma d’arte” e – particolarmente interessante per un professionista – “La creazione della carta di un ristorante e la composizione del menu”.

Ma le novità del maestro Marchesi non sono finite qui. Proseguono i lavori per l’Accademia Marchesi a Villa Torelli Mylius (Va), dove inizieranno i corsi formativi a partire dal 2017 e sono in cantiere dei libri sulla storia di vita e cucina del maestro. Infine “Marchesi al Marchesino”: nel ristorante adiacente al Teatro alla Scala sarà introdotto un Menu Marchesi, dove non mancheranno i piatti cult ma anche nuove proposte. Questo giovanotto di oltre ottant’anni non smette mai di stupirci.

 

Nella foto, Gualtiero Marchesi con Anna Prandoni, di recente nominata direttore dell'Accademia Gualtiero Marchesi

Pubblica i tuoi commenti