Lamber: tecnologia e sartorialità

Interviste –

Gianluca Affaba, Product Designer e Marketing Manager, rivela le strategie dell’azienda di Lodivecchio, realtà di spicco nella produzione di lavabicchieri, lavastoviglie e impianti di lavaggio industriali

Fra la prima macchina installata nella mensa del Grattacielo Pirelli di Milano e l’ultimo modello L305-CV con condensa vapore sono passati 53 anni. E, com’è naturale, tante cose sono cambiate. Al fondatore, Raimondo Affaba, si sono via via affiancati i cinque figli (tre sono impegnati nell’area tecnica, uno in amministrazione, uno nella logistica), l’area produttiva è cresciuta fino a raggiungere gli attuali 20.000 mq, di cui 8.000 coperti, l’organico è salito a una cinquantina di addetti e la piccola azienda degli inizi si è trasformata in un’industria inserita nel mercato internazionale e attrezzata per lavorare negli ambienti più diversi. Quello che non è cambiato mai, nella storia della lodigiana Lamber, è la propensione all’innovazione e la capacità di rispondere a ogni esigenza del cliente, grazie anche al fatto di avere un reparto progettazione interno capace di creare soluzioni quasi “su misura”. I 95 modelli della gamma (che viene implementata al ritmo di due/tre lanci all’anno) sono studiati per soddisfare le esigenze dell’utenza professionale: del piccolo ristorante come della grande comunità, a bordo di una nave o su una piattaforma petrolifera.
"Investiamo circa l’8 per cento del fatturato annuo in Ricerca&Sviluppo - spiega Gianluca Affaba, Product Designer e Marketing Manager -, nell’ottica di
rispondere al meglio alle esigenze della clientela.
Grazie al fatto di produrre internamente sia l’hardware che il software possiamo anche progettare macchine speciali, su misura del cliente: il nostro, alla fine, è quasi un prodotto “di sartoria”. Inoltre, avendo una catena gerarchica molto corta, siamo in grado di prendere decisioni in tempi rapidissimi".
A quali tendenze la vostra attuale produzione punta a dare risposta?
"L’attenzione all’evoluzione della tecnologia
e al risparmio energetico è oggi molto diffusa
ed è ormai radicata la sensibilità verso il risparmio energetico e l’attenzione all’ambiente.
Inoltre, quando il costo delle tecnologie e dei sistemi di risparmio energetico incide parecchio
sul prezzo della macchina aumenta l’attenzione anche verso altri aspetti, come i bassi costi
di manutenzione. Inserendo dispositivi elettronici
si riesce a controllare meglio le temperature
e le fasi del processo di lavaggio e a ottenere
anche risultati migliori, minori consumi
e una manutenzione più puntuale".
In altri termini, controllando meglio il processo servono meno interventi manutentivi.
Che servizi offrite ai vostri clienti?
"Abbiamo organizzato un magazzino di prodotti
finiti presso la nostra sede per offrire ai clienti prodotti in pronta consegna.
È un servizio che dà la possibilità di sapere in tempo reale se un prodotto è disponibile: basta collegarsi al nostro sito, accedere tramite una password riservata a un file sul quale sono elencate le macchine disponibili e fare l’ordine direttamente on line. Sempre on line si possono ordinare anche i pezzi di ricambio. Preferiamo dare noi al cliente in maniera diretta i ricambi, così instauriamo un rapporto di fiducia".

Pubblica i tuoi commenti