Chiude il Verdi di Milano. Al suo posto, il primo ristorante di alta cucina indiana con Ritu Dalmia

Ritu

Chiude il ristorante Verdi di piazza Mirabello, per più di 30 anni ben conosciuto punto d’incontro dei milanesi. I battenti, però, non resteranno serrati a lungo perché a settembre, al suo posto, aprirà il primo ristorante indiano gourmet della città. Si chiamerà Cittamani, che significa “forma femminile del Buddha” e ad aprirlo sarà nientemeno che la chef indiana Ritu Dalmia. Il suo nome potrebbe non dire molto dalle nostre parti ma in India la quarantaquattrenne Ritu è accreditata come la massima esperta di cucina italiana. Dei suoi sette ristoranti sparsi nell’enorme subcontinente, il Diva Italian di Delhi propone con grande successo i piatti della nostra cucina regionale. E non finisce qui, perché Ritu è anche la star del kitchen show televisivo Italian Khama (Un pasto italiano) con 22 milioni di spettatori.

Il Cittamani offrirà ai milanesi una cucina molto diversa da quella che usualmente si trova nei ristoranti indiani della città, sempre troppo speziata, troppo piccante e troppo invasa dal curry. Seguace della medicina ayurvedica, Ritu si ispira ai suoi principi per cucinare piatti di derivazione leggeri, confortevoli e obbedienti alla regola aurea di una sola spezia per ogni cibo.
Il nuovo ristorante avrà 62 coperti, 4 chef indiani e 7 dipendenti italiani. Avrà anche un Naan Bar e un Dosa bar che, rispettivamente, serviranno pane e crepes indiane. La farcitura, però, sarà fatta con prodotti made in Italy mentre saranno accompagnati da cocktail, vini italiani e dei paesi emergenti.

Pubblica i tuoi commenti