Come creare l’antipasto “galleggiante” per stupire l’ospite

Una dote dei bicchieri in vetro borosilicato soffiato a doppia camera è la trasparenza. Un risultato ottenuto creando una forma contenitiva all’interno di una bolla di vetro, che determina una camera d’aria, in sostituzione della materia di cui è composto il contenitore. Il vetro assume così una potenzialità estetica unica: vedere il cibo in sospensione, all’interno del contenitore stesso. Inoltre i bicchieri termici mantengono a lungo la temperatura ideale di servizio di un prodotto: la camera d’aria realizzata dal tipo di tecnologia a soffiaggio usata per produrre i bicchieri termici preserva la temperatura, formando una barriera di isolamento, come accade nei doppi vetri delle finestre. Isolando il cibo contenuto si ottengono due effetti: conservare a lungo la temperatura voluta e mantenere la superficie di contatto con le dita a una temperatura che non scotta né ghiaccia.

Questi contenitori sono spesso usati per gli amuse bouche, ma possiamo ampliarne le potenzialità d’uso grazie al “Food Design approach”. Una delle peculiarità da sfruttare è il galleggiamento. Ho modificato dei bicchieri termici Ametista Luigi Bormioli fissando sul fondo con il biadesivo una rondella metallica (per evitare che si possano rovesciare, una volta messi in acqua). Ho disposto su una tavola dei vasi cilindrici bassi e larghi riempiti d’acqua, in cui ho messo i bicchieri riempiti di spume, creme, semifreddi o gazpachi (ma potrebbero anche contenere candeline, con pesciolini nel grande vaso a creare un centrotavola con “effetto acquario”). Un buffet galleggiante che può diventare ancora più spettacolare e insolito mettendo nell’acqua del ghiaccio secco, così da creare un’atmosfera surreale di fumo freddo.

 

La scheda

Prodotto
Contenitore Ametista, collezione Food&Design
Produttore
Luigi Bormioli
Caratteristiche
In vetro borosilicato a doppia camera
Capienza
11,5 cl – 4 oz
Dimensioni
h 6,3 cm
www.bormioliluigi.com

Pubblica i tuoi commenti