Artmenu Factory ha presentato i suoi nuovi menu. Eccoli

Nuovi Portamenu, carte dei vini e accessori per la ristorazione sono stati presentati nelle fiere di novembre da Artmenu, azienda impegnata nella riscoperta e nella valorizzazione del portamenu come elemento comunicativo e distintivo del ristorante.
Il portamenu è il “biglietto da visita”, quindi è importante che esprima l’anima dell’attività. Per questo importante motivo, le le parole d’ordine dell’azienda sono: artigianalità, personalizzazione e 100% made in Italy. Ecco le immagini delle novità.

Artmenu opera in Italia dal 1983 ed è stata la prima ad investire nella riscoperta e nella valorizzazione del “portamenu”, quale particolare dettaglio della tavola ed elemento comunicativo e distintivo.
Con il termine “Factory”, Mauro Fantini, fondatore dell’azienda, ha sempre voluto esprimere l’idea di impresa come pluralità di menti, mani, braccia che, quotidianamente e con un intento comune, si confrontano su un progetto, per garantire un prodotto di qualità, realizzato con materie prime selezionate, certificate made in Italy.

Tra i vari chef stellati che hanno scelto Artmenu figurano: Chef Antonino Cannavacciuolo – Caffè & Bistrot (Novara), Chef Gennaro Esposito – Torre del Saracino (Vico Equense – NA), Chef Iginio Massari – Pasticceria Iginio Massari (Milano), Chef Andrea Ribaldone con resident Chef Alessandro Rinaldi – Hub Identità Golose (Milano), Chef Lino Scarallo – Palazzo Petrucci (Napoli), Chef Federico Belluco – Ristorante Dopolavoro (Venezia), Chef Giuseppe Di Iorio – Ristorante Aroma (Roma), Chef Luigi Tramontano – Ristorante La Serra (Positano-SA), Chef Felice Lo Basso – Ristorante Felix Lo Basso (Milano), Chef Antonio Montefusco – Terrazza Bosquet (Sorrento), Chef Paolo Gramaglia – President Resturant (Pompei – NA).

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome