Cucina e solidarietà a Volterra

Iniziativa benefica –

Obiettivi del ciclo di serate: insegnare un mestiere ai detenuti nel carcere toscano e raccogliere fondi da destinare a finalità sociali

Sulla spinta degli ottimi risultati ottenuti nelle edizioni precedenti, l’iniziativa Cene Galeotte, che ha il duplice intento di aiutare i detenuti a fare un’esperienza professionale che potrà rivelarsi preziosa dopo il ritorno alla vita normale e di raccogliere fondi da devolvere alla campagna internazionale “Il cuore si scioglie”, a disposizione della quale, nelle precedenti edizioni, l’organizzazione ha già potuto mettere 100.000 euro. In cucina e in sala i detenuti, preparati e coordinati da chef, pasticceri e sommelier, di grande valore professionale e umano.

I prossimi incontri
Questo il calendario dei prossimi appuntamenti:

22 febbraio, chef Alberto Faccani
(Ristorante Magnolia, Cesenatico), vini Cantina Produttori Cormons,
Cormons;

22 marzo, chef Mattia Barciulli
(Ristorante Osteria di Passignano,
Tavarnelle Val di Pesa), vini Tenuta Castello del Terriccio,
Castellina M.ma;

19 aprile, chef Andrea Maggi (Ristorante Locanda Vigna Ilaria, Lucca), vini Tenuta di Vaira, Bolgheri;

25 maggio, chef Francesco Bracali
(Ristorante Bracali, Massa Marittima), vini Podere La Regola, Riparbella;

28 giugno, chef Dario Picchiotti
Ristorante(Antica Trattoria di Sacerno,
Calderara di Reno), vini Tenuta Le Ripalte/Giorgio Meletti Cavallari, Isola d’Elba/Bolgheri

Pubblica i tuoi commenti