Distinti salumi firmati Falorni

È il saluto sulla pagina web di Lorenzo e Stefano Bencistà, ottava generazione dei Falorni. Nella bottega di Greve in Chianti la norcineria toscana in rassegna

All'Antica Macelleria Falorni di Greve in Chianti (Fi) si festeggia la nona generazione, a evidenziare una delle botteghe più storiche di Italia. Nel 2009, grazie all'attività ultracentenaria, ha ricevuto a Roma dall'Unione delle Camere di Commercio un premio dedicato alle imprese storiche del Paese.
Oggi è gestita dai fratelli Stefano e Lorenzo Bencistà, ottava generazione, e dai figli che si prendono cura della macelleria, dell'allevamento - fatto da terzi ma sempre sotto il vigile controllo Falorni - della macellazione, della lavorazione e della distribuzione dei prodotti in Italia ed all'estero.
Basta entrare nel negozio, costituito da una serie di stanze collegate tra loro, per capire la ricchezza di questi artigiani che vantano una produzione fatta come un tempo senza aggiunta di conservanti, additivi e farine, che rendono i loro prodotti adatti anche ai celiaci.

Prosciutti crudi ottenuti solo da razze locali
Al soffitto, a dare il benvenuto alla clientela, prosciutti crudi ottenuti da tre differenti tipologie di maiali: il grigio, la cinta ed il rosa.
Il Grigio e la Cinta sono le due razze più pregiate di casa Falorni. È proprio dal Grigio che è nata l'ultima novità di casa: il prosciutto crudo di Grigio, che va alla ristorazione a 21,70 euro al Kg.
All'interno della macelleria è possibile scegliere tra numerosissimi prodotti a marchio Falorni, dalla carne ai salumi, ai pecorini acquistati da produttori toscani, fino all'olio extravergine e al vino. I salumi, insieme alla fiorentina, a 29 euro
al kg, sono tra i prodotti maggiormente conosciuti e ricercati di questa antica macelleria: tra i più venduti salami di varie tipologie, da quello Nobile, macinato grosso e più magro ed ottenuto da carni selezionate, a quello al vino Chianti, in grado di conferire più gusto e freschezza, fino a quello di cinghiale, altra tipologia di carne molto utilizzata in casa Falorni. Tra le unicità spicca la Finocchiata di Montefioralle, con, pepe e finocchietto selvatico stagionata per circa due mesi e venduta alla ristorazione a 11,45 euro al kg.

Accanto ai salumi 30 etichette al calice ogni giorno
Nel negozio è possibile mangiare alla carta grazie a misti di salumi e formaggi proposti a 5 euro a porzione, oppure godere degli assaggi offerti alla clientela che permettono di farsi un'idea chiara e completa di tutta la gamma Falorni. Ad accompagnare le golose cibarie, un calice di vino a scelta tra oltre 30 etichette presenti in contemporanea grazie a sette macchine Enomatic posizionate all'interno del negozio. Lorenzo Bencistà, infatti, è proprio tra gli inventori di questa tecnologia oltre che presidente della società stessa.

Pubblica i tuoi commenti