Riso Gallo sposa la sostenibilità e lancia Rustico

Carlo e Riccardo Preve - ad di Riso Gallo (Robbio, Pv), azienda attiva in Lomellina da più di 160 anni e presente oggi in 80 Paesi nel mondo - hanno annunciato un passo importante per l'azienda, da sempre attenta a cogliere le nuove esigenze di consumo. La novità riguarda il lancio della linea Riso Sostenibile, con due nuovi prodotti: Riso Rustico da Agricoltura Sostenibile per Risotti e Riso Rustico da Agricoltura Sostenibile per Contorni e Insalate, entrambi garantiti da Friend Of The Earth, lo Standard internazionale di Certificazione dell’Agricoltura e dell’Allevamento Sostenibili.

 

Dice Carlo Preve: «Riso Rustico è un prodotto 100% italiano, lavorato a pietra delicatamente, che grazie a questa lavorazione permette mantenimento parziale del suo rivestimento, conferendogli un colore leggermente ambrato e preservandone le qualità organolettiche e nutrizionali e un alto contenuto di fibre».

La sostenibilità per l’azienda ha significato una lunga analisi di tutto l’aspetto produttivo sotto il profilo dell’impatto ambientale, il che ad esempio ha comportato per il coltivatore fornitore del riso (la tenuta Kyriè), la riduzione dei concimi al minimo indispensabile e l’uso della pratica del sovescio (per aumentare in modo naturale la fertilità dei terreni).

«Oggi - continua Preve - il 100% dell’energia usato in azienda proviene da fonti rinnovabili; dal 2014 abbiamo calcolato una riduzione del 17,1% dei nostri consumi energetici e un -60,5% di emissioni dirette o indirette di Co2». Ma l’attenzione all’impatto ambientale di Riso Gallo è ancora più ampia, e riguarda ad esempio anche i rifiuti del riso trattato (-24%) o le confezioni di prodotto (ad es. la linea Blond il registra un -27,1% nel peso del cartoncino da imballo)

Per il momento il riso Rustico è disponibile in quantità limitata in alcune catene della Gdo e sull’e-store Riso Gallo. Secondo quanto dichiarato da Preve, il del riso Rustico sarà di circa il 10% superiore al prodotto convenzionale. Dal prossimo anno il progetto di sviluppo prevede anche la distribuzione nel canale foodservice, con formati dedicati.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome