I cuochi senza frontiere di “World Chefs Without Borders” ora sono anche italiani

frontere

Sono volontari pronti a portare il loro aiuto ovunque sia necessario nel mondo, sia nelle situazioni di ordinaria emergenza, come la gestione delle mense dei poveri, sia in quelle straordinarie come le catastrofi naturali e le guerre. E poi organizzano cene ed eventi di solidarietà, raccolte fondi con protagonista il cibo, vendite di beneficenza ecc. Sono i cuochi senza frontiere, donne e uomini di ogni parte del mondo,uniti nel segno della solidarietà sotto il vessillo dell’Associazione Internazionale World Chefs Without Borders.

Ora ci sono anche gli italiani. Durante il Congresso mondiale di WorldChefs che si è tenuto a Salonicco in Grecia, dal 24 al 27 Settembre, è stato ufficializzato l’ingresso ne World Chefs Without Borders del Dipartimento solidarietà emergenze della Fic (Federazione italiana cuochi) i cui volontari, d’ora in poi, potranno operare con il supporto dell’organizzazione mondiale World Chefs Without Borders.
Durante la cerimonia non sono mancati grandi elogi per i cuochi volontari della Federazione italiana cuochi sia per i soccorsi prestati nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto, sia per le altre attività come le “charity dinner” e le mense per i poveri.
Il congresso è stato anche l’occasione per eleggere il nuovo presidente di WorldChef, Thomas Gugler che succede a Willment Leong della Federazione Cuochi Tailandese.

Pubblica i tuoi commenti