El Celler de Can Roca vince The World’s 50 Best Restaurants 2015. Grande Bottura: è secondo!

Stesso podio, ma posizioni rivoluzionate nella nuova edizione del premio. Tornano in vetta i fratelli Roca. Grandi soddisfazioni per l'Italia: Bottura è secondo, guadagnano posizioni anche Crippa e gli Alajmo.

Roca 2

I fratelli Roca

Il ristorante dei fratelli catalani Roca, El Celler de Can Roca, 3 stelle Michelin di Girona (Spagna) è il vincitore del "The World's 50 Best Restaurants 2015". Scalza  il Noma di René Rezdepi, vincitore del 2014 e quest'anno sceso al 3° posto, mentre l’Osteria Francescana di Massimo Bottura (3 stelle Michelin) è riuscita a strappare un meraviglioso secondo posto dopo due edizioni in terza posizione.

Il premio, sponsorizzato da Acqua Panna e S. Pellegrino, viene assegnato ogni anno dal 2002 a Londra. In lizza, i ristoranti di 21 Paesi del mondo sparsi in tutti i continenti.

Massimo Bottura

Massimo Bottura

Per l’Italia sono presenti altri due ristoranti nella top 50: Piazza Duomo con Enrico Crippa (3 stelle Michelin), piazzato al27° posto e Le Calandre di Massimiliano e Raffaele Alajmo (3 stelle Michelin) al 34°. Entrambi risalgono di ben 12 posizioni in classifica.

La Spagna conferma la sua leadership in Europa con ben sette ristoranti nella lista dei 50 Best fra cui Mugaritz al 6° posto e Tickets con Albert Adrià a Barcellona che fa la sua prima apparizione attestandosi al 42° posto. Quest'anno Albert Adrià ha anche ottenuto i il titolo di migliore pasticciere del mondo, World’s Best Pastry Chef.

Il Sud America è presente con 9 ristoranti in classifica. Cile, Perù e Messico vantano tutti delle new entry rispettivamente con Boragó, Maido, Quintonil e Biko. Central a Lima balza al 4° posto risalendo di 13 posizioni. Con sette ristoranti nella classifica mondiale, l’Asia si assicura un ruolo di primo piano nella top ten con Gaggan a Bangkok al n° 10 della classifica e Narisawa a Tokyo ottavo.
La Cina festeggia il 24° posto in classifica con Ultraviolet di Paul Pairet.

Sei ristoranti in classifica e una new entry per gli Stati Uniti : Eleven Madison Park a New York rimane nei top five e rivendica il titolo di Miglior Ristorante in America del nord, sponsorizzato da Acqua Panna. Il Blue Hill a Stone Barns di Dan Barber, fuori New York, entra per la prima volta in classifica attestandosi al 49° posto.

Per la Francia, 5 ristoranti in classifica con Mirazur che si riconferma all’11° posto per il secondo anno consecutivo, seguito da L’Arpege di Parigi che sale di ben 13 posizioni nel 2015.
Il leggendario chef Alain Ducasse vincitore del Premio alla carriera professionale Lifetime Achievement Award winner nel 2013, festeggia un reinserimento in classifica al 47° posto con Au Plaza Athénée, di recente apertura. Ancora riflettori puntati sulla Francia per il premio World’s Best Female Chef Award (Migliore donna chef al mondo) assegnato a Helene Darroze mentre Daniel Boulud si aggiudica il Lifetime Achievement Award 2015 per i suoi successi culinari a livello mondiale.

L’elenco dei 50 migliori ristoranti del mondo viene creato sulla base dei voti di The Diners Club® World’s 50 Best Restaurants Academy, un influente gruppo di oltre 900 leader internazionali nel settore della ristorazione: giornalisti e critici gastronomici, chef e ristoratori. L’Accademia comprende 27 diverse regioni del mondo, ognuna delle quali ha 36 membri, tra cui un presidente, e ciascun membro può disporre di sette voti. Di questi sette, tre devono essere attribuiti a ristoranti situati al di fuori della regione di appartenenza di ogni singolo votante. I giurati formulano le proprie scelte per ordine di preferenza, in base alle esperienze ritenute più convincenti nel corso dei precedenti 18 mesi.

 

Pubblica i tuoi commenti