In Franciacorta si lavora alla Birra #Dzero

 

L’amicizia di Michela Muratori di Cantina Villa Crespia con i giovani birraioli Matteo e Christian del Birrificio Curtense di Monterotondo ha creato i presupposti per un’idea intrigante. Con l’aiuto di Francesco Iacono, vitienologo dell’Arcipelago Muratori, daranno vita a una birra a Dosaggio Zero con mosto d’uva di Franciacorta dai vigneti di Villa Crespia. La Birra #Dzero sarà in degustazione in anteprima domenica 20 settembre dalle ore 16.30 a Villa Crespia, quando la cantina sarà aperta al pubblico in occasione del prossimo Festival del Franciacorta in Cantina. Quello che accomuna un birrificio e una cantina della Franciacorta è semplicemente la passione di voler raccontare il proprio territorio e il desiderio di poterlo esprimere al meglio attraverso il proprio lavoro di giovani artigiani.

Il Dosaggio Zero è una tecnica di vinificazione che identifica, nel caso della produzione di Franciacorta, l’assenza di aggiunte di ‘ingredienti esterni’ al vino. Villa Crespia ne ha fatto una filosofia produttiva dalla sua nascita, identificandola con un prodotto in particolare: NumeroZero Franciaciacorta Dosaggio Zero, uno Chardonnay in purezza che in fase di sboccatura viene rabboccato col vino stesso, senza aggiunta di sciroppo di dosaggio quindi. Così la KM0 del Birrificio Curtense è una filosofia di identità territoriale radicale e totale. Attraverso una birra prodotta solo con ingredienti bresciani la KM0 rappresenta il senso di appartenenza al territorio.

Giovedì 23 luglio dalle 19 alla Trattoria del Gallo (Via Cantine 10, Rovato BS) viene presentata l’idea della Birra #Dzero e nell’attesa si brinda con la birra KM0 di Curtense e NumeroZero Franciacorta Dosaggio Zero di Villa Crespia insieme a Pane&Salamina.

Pubblica i tuoi commenti