“Luci e ombre”, un anno di cibo secondo il fotografo Renato Marcialis

Grazie a Expo il nuovo anno sarà sicuramente all'insegna del cibo: raccontato, assaporato ma anche illustrato. E in questo caso si tratta foto d'autore, in cui il cibo è immortalato da un noto maestro della fotografia di food: Renato Marcialis, scelto da Epson per realizzare il calendario 2015.  Il progetto di Marcialis, battezzato "Caravaggio in Cucina" diventerà anche una mostra all'Urban Center di Milano dal 17 a al 26 febbraio 2015.

Il calendario intitolato "Luci e ombre", è contraddistinto da immagini dai suggestivi chiaroscuri e l'effetto finale è lo stesso ottenuto da Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, che nel Cinquecento creava i suoi dipinti illuminando i soggetti con una fonte di luce potente ma concentrata, capace di sottolineare i volumi di quanto rappresentato fino a farli uscire improvvisamente dal buio della scena. Così ciascuna fotografia del calendario Epson 2015 ricorda da vicino una natura morta di Caravaggio,

Come le precedenti, anche questa edizione è da collezione: la tiratura è limitata a sole 999 copie numerate, realizzate a mano incollando le singole immagini prodotte con stampanti, carte e inchiostri Epson - sono stati stampati ben 4 chilometri di carta fine art - e un lavoro di infinita pazienza e abilità che richiede mesi di lavoro artigianale di elevata precisione.

Renato Marcialis è solo l'ultimo dei grandi fotografi che hanno firmato, caratterizzandole con il loro stile e la loro personalità, le edizioni precedenti del calendario, realizzati fin dal 2001 con le opere di autori quali Giorgio Lotti, Franco Fontana, Mario De Biasi, Giovanni Gastel, Mimmo Jodice, Ferdinando Scianna, Gian Paolo Barbieri, Gianni Berengo Gardin, Massimo Vitali, Vittorio Storaro, Gabriele Basilico, Maurizio Galimberti, Stefano Unterthiner, Luca Campigotto.

Pubblica i tuoi commenti