Michelangelo, ristorante di classe. A Linate

Locali –

Sull’esempio di altri aeroporti internazionali, anche l’aeroporto milanese ora ospita un ristorante gourmet. Sotto la guida di Michelangelo Citino

L'Aeroporto di Milano Linate come Heathrow (dove è di casa Gordon Ramsey), come Le Train Bleu a La Gare de Lyon o il Grand Central Oyster Bar alla Central Station di New York.
Nello scalo milanese infatti è appena stato inaugurato il ristorante Michelangelo (area partenze, 2° piano, chiuso domenica), nato per iniziativa di MyChef in collaborazione con Sea.

Lo chef
La conduzione è affidata allo chef Michelangelo Citino, che vanta un curriculum di tutto rispetto: esordisce nelle cucine di Gualtiero Marchesi, prima al Bistrot e poi al Quisisana di Capri. Qui Michelangelo incontra Davide Oldani e lo segue al Ristorante Giannino, dove vive l'emozione della stella Michelin. Vola quindi a Parigi alla “corte” del grande Ducasse che lo manda al suo Louis XV di Montecarlo.
Col rientro a Milano consolida la sua esperienza come secondo chef di Paola Budel al Ristorante dell'Hotel Principe Savoia per cinque anni, e per i cinque successivi, come secondo chef al Ristorante dell'Hotel Park Hyatt.

Nel 2011 raccoglie la sfida offerta dal Gruppo MyChef che gli propone di assumere la direzione del T-Design Restaurant Cafè della Triennale di Milano. È in questa fase che Citino amplia la collaborazione con Mychef attraverso l'idea di creare il primo ristorante all'interno di un aeroporto italiano capace di offrire una nuova proposta nella ristorazione, anche in vista di expo 2015.

Il ristorante
Caratterizzato da arredi moderni, vista sulle piste e una particolare attenzione all'arte e al design (nel corso dei mesi verranno esposte opere di vari artisti, la prima mostra attualmente in corso è dedicata al pittore Silvano Castelli), la cucina dello chef sarà improntata ad alcuni suoi punti fermi: semplicità, ingredienti di stagione, attenzione alle esigenze di leggerezza e salubrità dei piatti, per una cucina che tiene sempre come punto di riferimento la radice mediterranea.
La carta è articolata e prevede un menù dedicato ai viaggiatori che hanno orari rigorosi (nel menù sono indicati i tempi previsti per il servizio: ad esempio 8 minuti per il piatto della settimana, a 16 euro; o ancora 12 minuti per l'hamburger della Casa, a 20 euro).

L'azienda MyChef
MyChef, con 120 milioni di euro di ricavi, rappresenta una delle più importanti aziende nel mercato della ristorazione in concessione in Italia ed è leader nel settore aeroportuale, mentre nelle autostrade italiane conta 20 aree di servizio. L'azienda nel 2010 vede la creazione della divisione MyChef Emotion, che si occupa delle attività di eccellenza in luoghi di prestigio, con l'approccio della ristorazione tradizionale (ad esempio il ristorante della Triennale di Milano). L'azienda occupa quasi 2.000 collaboratori in 150 punti vendita.

Pubblica i tuoi commenti