Olio sempre pulito

Con un filtro come Vito di System Filtration si può prolungare la vita dell’olio per friggere, liberandolo dalle impurità in sospensione e riutilizzandolo. Con risparmi anche del 50%Utilizzare un olio pulito e limpido è il modo migliore per ottenere un fritto ideale: chiaro, asciut

Utilizzare un olio pulito e limpido è il modo migliore per ottenere un fritto ideale: chiaro, asciutto, appetitoso nell’aspetto, senza odori sgradevoli. Il problema è l’impiego della materia prima: l’olio di qualità per la frittura ha i suoi costi e sostituirlo quotidianamente, come bisognerebbe fare per mantenere elevati gli standard, comporta un esborso e un impegno non da poco. Ci sono però strumenti che consentono di “allungare” la vita dell’olio di frittura, trattandolo in modo da eliminare le impurità in sospensione e riportandolo a condizioni ottimali.
L’impiego di questi strumenti ovviamente non significa che si può utilizzare lo stesso olio all’infinito, semplicemente filtrandolo: il riscaldamento alle temperature ideali per la frittura (intorno ai 175 °C, ma sono variabili secondo il tipo d’olio usato) comporta delle trasformazioni fisiche e chimiche del liquido che ripetuti cicli di frittura rendono alla fine inutilizzabile, perché troppo ricco di acidi grassi.
Ciò non toglie che l’impiego di filtri adeguati possa produrre interessanti risparmi per il ristoratore.

Ammortizzabile in un anno

Tra i prodotti del genere sul mercato, Vito, della tedesca System Filtration, è uno dei più diffusi e testati. Disponibile in tre modelli di tre dimensioni differenti, per friggitrici fino a 12 litri, da 12 a 40 litri e ancora più grandi, si usa con estrema faci- lità a fine servizio, a friggitrice spenta ma con olio ancora caldo.
La macchina si immerge nella vasca, si accende e parte subito con l’aspirazione filtraggio del liquido, ottenuta con filtri meccanici usa e getta, che eliminano tutte la particelle di diametro superiore a 5 micron.
Le capacità variano in base al modello da 30 a 50 fino a 95 litri al minuto. Finita l’operazione la macchina si può smontare e i singoli pezzi si lavano in lavastoviglie. I filtri si impiegano fino a completa saturazione e poi si gettano, senza bisogno di toccarli con le mani, per rimpiazzarli con un pezzo nuovo.

L’apparecchio ha costi che partono dai 1.380 euro per il modello più piccolo e arrivano ai 2.664 euro per quello più grande, ma il costo, secondo i dati forniti dall’azienda, si ammortizza completamente in un solo anno di esercizio con i risparmi per i minori consumi d’olio, quantificabili fino al 50%, ovviamente considerando un regime di qualità, con cambi costanti della materia prima.
System Filtration distribuisce anche un tester che serve a rilevare la percentuale di acidi grassi nell’olio e quindi a indicare quando rimpiazzarlo dopo i filtraggi.

There is one comment

Pubblica i tuoi commenti