Per gli italiani il cibo è una passione, lo dice il Censis

 

Che gli italiani abbiano una relazione speciale con il cibo è un fatto noto. Non solo carburante per il corpo, ma una storia d’amore quotidiana, identitaria, che cambia e si evolve a livello generazionale. Tra le mura domestiche e anche fuori casa. Con la ricerca “Gli italiani e il cibo. Rapporto su un’eccellenza da condividere” realizzata per il Padiglione Italia di Expo 2015, il Censis ha voluto dare una veste numerica ha questo “sentimento” condiviso e, dunque, sono quasi 30 milioni gli italiani che si definiscono appassionati di cibo, quasi 20 milioni gli appassionati di vino. Un bacino di persone enorme, per il quale è impossibile scindere il cibo dai suoi aspetti culturali, da una quotidianità da condividere con tutti, parenti, amici, colleghi, frequentatori di social network. Si tratta di un segmento della popolazione italiana sfaccettato sotto il profilo socio-economico, ma che condivide una passione comune e la esercita, giorno per giorno, anche al ristorante o in pizzeria.

Il Censis stima, infatti, in 36,6 milioni gli italiani che ogni anno decidono di mangiare fuori casa e in ben 19,6 milioni quelli che mangiano fuori per incontrare gli amici in un ambiente diverso da quello domestico.
Altro numero interessante è che ben il 39,4% del campione ha affermato che scegliendo un locale nel quale consumare il proprio pasto va  alla ricerca di un posto tranquillo in cui l’esperienza della condivisone del cibo con i propri commensali sia piacevole e rilassante. La morale è presto detta: per conquistare e fidelizzare stabilmente la propria clientela, l’esercente dovrà analizzare attentamente la propria offerta, non solo in termini di composizione del menu e di cura delle pietanze (che pure rimangono il fattore chiave del successo), bensì anche in termini di food experience complessiva.

 

I  numeri dell'indagine Censis 2015

Quali sono i criteri di scelta di un locale? (questionario a risposta multipla)

1) Che l'ambiente sia tranquillo e mi permetta di star bene con i commensali (39,4%)
2) Che mi sia stato consigliato da amici (33,6%)
3) Il prezzo, che sia economico (32,6%)
4) Che utilizzi solo prodotti di qualità certa (32,2%)
5) Che io lo conosca da lungo tempo (29,8%
6) Che abbia un'alta reputazione nelle guide/nei programmi di cucine/in internet... (11,9%)
7) Che abbia uno chef famoso (2,5%)

Quali sono i valori che gli italiani cercano nel cibo?

1) Salutare: è anche attraverso il cibo che riusciamo a stare bene e a curare la nostra salute (27,9%)
2) Divertente: mangiare fa parte del nostro modo di stare assieme e divertirci (26,7%)
3) Identitario: il nostro modo di mangiare ci rende orgogliosi (17,9%)
4) Funzionale: mangiamo perché è necessario (11,0%)
5) Maniacale: siamo troppo attaccati ad un aspetto che negli altri Paesi è considerato un semplice atto fisiologico (7,9%)
6) Nostalgico: nel cibo cerchiamo i sapori dell'infanzia (5,7%)
7) Non saprei (2,9%)

Pubblica i tuoi commenti