Addio alla Gazza ladra. Apre il nuovo ristorante Accursio Craparo

Locali –

Un ristorante che porta il suo nome. È questo il nuovo locale di Accursio Craparo, sempre a Modica, che ha debuttato il 4 giugno

«Nasce un ristorante che prende il mio nome perché concentra tutti i sentimenti che ho coltivato cucinando per i miei ospiti in tanti anni. Perché cucinare in Sicilia è prima di tutto un atto d'amore assoluto per l'ospite, che in questa terra è quanto di più sacro. È questa la cultura a cui si ispira il mio "Accursio"».

Il nuovo ristorante nasce sempre a Modica, nei bassi dello splendido Palazzo Terranova. Un luogo che vuole essere la casa di Accursio, dove evocherà i ricordi legati al cibo sospesi tra mare e campagna: i pranzi sotto gli alberi, la raccolta delle olive, il profumo del mare.
Tutte cose che portano nell’intimità del ristorante un gioco immaginario che fa vivere “in casa” le emozioni della vita dei campi.
Tutto questo è frutto di un grande lavoro di squadra di professionisti di grande esperienza, che ha tratto ispirazione dalla esperienza dello chef.
In cucina si farà un percorso incentrato su valori solidi, con una grande voglia di fare provare ai propri ospiti la sensazione di tuffarsi in un mare di storia, grazie alla proposizione di ricette classiche della cucina siciliana.
«Inoltre, quello che mi piacerebbe regalare ai miei ospiti è l'unicità della mia esperienza che nasce dal vissuto di due luoghi per me fortemente simbolici e assai diversi tra loro: Sciacca, città di mare, dove sono nato e Modica, regno di una nobile e antica agricoltura, dove ho fondato la mia famiglia". In questi luoghi ho imparato molto di quello che so sul cibo, gli ingredienti, la cultura materiale e la storia che cerco di raccontare nei miei piatti» continua Craparo.
Oltre ai classici della cucina siciliana interpretati da Craparo (imperdibile la sua versione del fausu mauru) ci sarà spazio per i suoi divertenti piatti-trompe l'oeil, - oramai diventati una sua firma- come il "Sembra un panino" e "Uovo à la coque" espressione di grande creatività basata su una forte conoscenza degli ingredienti del territorio siciliano.

A rendere possibile l'impresa c'è un gruppo di lavoro assai affiatato. Alla moglie di Accursio, Oriana Aprile è affidata l'organizzazione "dietro le quinte" e il servizio. In cucina alcune facce nuove e vecchi "ufficiali di lungo corso" dalle precedenti esperienze di Accursio
che gli hanno fatto guadagnare la prima stella Michelin.

Pubblica i tuoi commenti