Red, il concept firmato Feltrinelli

Start up –

Dopo Roma, anche a Milano apre Red. Libreria che punta alla ristorazione, con oltre 100 coperti e apertura non stop tutto il giorno

RED come il colore rosso, da sempre legato al marchio delle librerie La Feltrinelli. Ma il nome di questa libreria con annesso ristorante è anche l'acronimo di "Read, Eat, Dream": leggi, mangia, sogna. Read, perché il libro resta il centro del nuovo negozio; eat, perché il cibo è cultura, memoria e sapienza, invenzione e tradizione, socialità e condivisione. Infine dream, perché è l'insieme di architettura, design, comunicazione, percorsi, eventi che fanno di RED un luogo con vocazione trendy, dove ci si ritrova con piacere.

È la nuova libreria di Feltrinelli inaugurata nel complesso di Porta Nuova, dove si punterà molto sulla ristorazione.
Si prevedono numeri interessanti: migliaia di persone graviteranno ogni giorno sul complesso di Porta Nuova, tutte persone che cercheranno, in quella piazza, un luogo dove sostare, dove ritrovarsi, dove incontrarsi, dove acquistare libri, ma anche pranzare o cenare.
I 500 metri quadri di RED sono equamente ripartiti tra libreria e ristorante, guidato dallo chef Fabian Angelini. Nella zona ristorante trovano posto un centinaio di coperti (e un'altra trentina saranno quelli del dehors, nella bella stagione), mentre la libreria ospiterà un assortimento di 5.000 titoli.

Anche un reparto food, per fare acquisti
L'assortimento comprende anche un reparto di cartoleria e oggettistica e un reparto di food, che proporrà alimenti e vini della tradizione italiana, selezionati da Feltrinelli sulla base di un principio di qualità, sostenibilità, accessibilità. Il reparto food avrà una forte connotazione stagionale, cambiando a seconda dei periodi dell'anno: per l'esordio, una scelta di vini e birre.
La grande novità riguarda proprio la ristorazione, con una proposta che spazierà su tutto l'arco della giornata, dalle prime colazioni al pranzo - giocato tutto sul principio delle tapas - dall'aperitivo alla cena, con un menu più elaborato e sostanzioso.

Tradizione italiana e sostenibilità
Insieme alla quota di maggioranza di Antica Focacceria San Francesco, pilastro della ristorazione palermitana, Feltrinelli ha acquisito le competenze necessarie a sviluppare un format di ristorazione del tutto nuovo, specificamente pensato per RED, con una proposta di menù che reinterpreta la grande tradizione italiana affidandosi all'estro di giovani chef talentuosi.
Il menù proporrà molti piatti che rivisitano la tradizione, dal capponmagro a un'inedita interpretazione “alla milanese” degli spaghetti Mancini, per non parlare di tutte le declinazioni delle carni, provenienti dalla cooperativa La Granda, pioniere dell'allevamento sostenibile o del pesce proveniente dalla “Casa dei Pesci” di Paolo Fanciulli, pescatore di Talamone da trent'anni impegnato nella lotta contro le reti a strascico.
Tutto il menu di RED è improntato ai principi del Gusto Corretto, a partire dalla scelta dei fornitori, che oltre alla Casa dei Pesci e alla Granda, contemplano numerosi presidi Slow Food o un affinatore di formaggi di fama internazionale come Luigi Guffanti.

Pubblica i tuoi commenti