Anche l’Italia ha il suo ristorante per nudisti. È a Milano

ristorante nudisti

Il primo ristorante per nudisti è stato The Bunyadi di Londra che ha aperto nel giugno 2016. La risposta milanese non si è fatta attendere troppo.
Dopo appena un mese, l’Italo Americano di Cerro Maggiore apre le sue porte ai clienti senza veli. Non tutti i giorni. La serata fatidica è quella del venerdì, quando il ristorante smette di servire specialità americane per virare su un menu più d’atmosfera e soprattutto accoglie i clienti disposti a tirarsi giù le braghe e a liberarsi dai reggipetti.13781661_1642354886080330_3053881411523626346_n

Va da sé che un ristorante così caratterizzato potrebbe correre il rischio di essere scambiato per un punto di ritrovo di voyer e scambisti. Per evitare tutto questo, sono state approntate delle opportune regole. Le più punitive riguardano i single: ne viene ammesso solo uno ogni cinque coppie e dovrà pagare un conto doppio, 100 euro anziché i normali 50 a testa.
Sono vietati i cellulari soprattutto per via delle fotocamere che potrebbero diventare troppo indiscrete tra mani sbagliate. Alle signore è consentito portarsi dietro una pochette per gli oggetti personali e a tutti un asciugamano come presidio igienico. Chi mostrerà un comportamento inadeguato sarà allontanato immediatamente. Chi, invece, si è comporta bene, dopo cena  potrà passare al disco bar e scatenarsi nelle danze sempre senza l'impiccio dei vestiti addosso.

Sconti a chi prenota con Groupon e a chi è in possesso della tessera dell’Associazione Naturisti.

Pubblica i tuoi commenti