Stefano Ciotti

Riminese, classe 1973, è un romagnolo trasferitosi nelle Marche. Poca strada, in chilometri. Molta, come professionista. Diciottenne con Gino Angelini e Vincenzo Cammerucci. Quindi alla Taverna Righi di Luigi Sartini e al Don Alfonso a S. Agata sui Due Golfi. Executive chef al Carducci 76/Vicolo Santa Lucia di Cattolica, dove riceve la Stella Michelin, e poi alla direzione del nuovo Urbino dei Laghi. Da luglio 2015 ha aperto a Pesaro il suo Nostrano che cura con la compagna Giorgia Stocchi. È docente all’Alma di Gualtiero Marchesi, dove insegna - neanche a dirlo - la cucina del territorio.

Pubblica i tuoi commenti