A Dalmine (Bg) apre L’Osteria del Conte nella vecchia Torre Littoria

L'osteria del conte dalmine

Dopo anni di abbandono e il restauro, una delle cinque Torri Littorie esistenti in Italia, quella di Dalmine (Bg), diventa la location del ristorante L’Osteria del Conte.

Osteria del Conte DalmineL’edificio è un’importante opera razionalista realizzata nel 1936 dell’architetto Giovanni Greppi e fa parte di quel centro architettonico di Dalmine progettato da Giovanni Greppi.
Un complesso costruito dalla metà degli anni ’20 a quella degli anni ’50 che comprende il Municipio, il Palazzo Direzionale della Società Dalmine, il Dopolavoro, la Mensa Operaia, la Casa di Riposo, la Chiesa, i Quartieri Leonardo da Vinci e Garbagli.
Il restauro della Torre è stato sostenuto dalla Famiglia Brembilla e firmato dall’architetto Mario Cassinelli.

Osteria del Conte Dalmine«Protagonista assoluta del progetto di interior design dell’Osteria del Conte è l’architettura stessa – Cassinelli – nessun arredo se non l’essenziale, nessun ornato, nessun decoro, ma una continuità stilistica con il razionalismo, che punta a valorizzarne la tipica struttura a “sovrapposizione di scatole”, tra altezze importanti e riferimenti moderni, dal Bauhaus, a Gropius, a Mies Van Der Rohe, a Gio Ponti.
Osteria del Conte DalmineUna combinazione di quinte e pareti modulate dalla luce dialoga con i materiali come il marmo nero e il legno degli infissi, finiture che riprendono la tradizione architettonica degli anni ’30, a cui si accostano i materiali contemporanei come vetro e acciaio inox scelti per evidenziare gli elementi tecnici, una soluzione che rende ancora più nitido il contrasto tra il moderno e il contemporaneo».

Osteria del Conte, Piazza della Libertà 4, Dalmine – Bergamo
+39 035 37 00 63
www.osteriadelconte.eu

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome