A Milano apre Shimokita, ristorante di nippo-tapas che punta all’atmosfera della Tokyo pop

shimokita

Aprirà l’11 maggio e varcare la soglia di via Archimede 14 sarà come essere trasportati nella Tokyo di oggi. Shimokita, ultima creazione di Luca Guelfi, è il locale dove fare aperitivo, cenare o fermarsi per un drink after dinner a pochi passi dal messicano Canteen e il vietnamita Saigon.

Il nome è quello di uno dei quartieri di Tokyo meno conosciuto dai turisti tra i più apprezzati dagli abitanti della città. Questa stessa sarà atmosfera sarà quella dello Shimokita milanese, che vuole ricreare una piccola Tokyo da assaggiare e sorseggiare.

In cucina lavoreranno in sinergia uno chef italiano e uno giapponese, Marco Fossati e Atsushi Okuda, per realizzare piatti innovativi, con le classiche ricette giapponesi rivisitate in chiave internazionale, con contaminazioni europee, asiatiche e sudamericane, e presentate in forma di tapas oppure roll, nigiri e sashimi.
Anche il dessert è di ispirazione giapponese, realizzato dalla food designer Ilaria Forlani che propone gelati speciali.

Il bar si propone come luogo di ricerca e sperimentazione e offre una selezione di birre giapponesi, signature cocktail e sake ricercatissima, da bere come aperitivo o dopocena ma anche durante il pasto, scegliendo l’abbinato consigliato per ciascuna ricetta.

Shimokita è un angolo della Tokyo pop e futuristica trasportato a Milano, e insieme a Canteen, Petit e Saigon, fa parte del progetto a lungo termine di Luca Guelfi di portare a Milano autentiche esperienze da tutto il mondo. L’entrata ricorda da subito l’atmosfera dei piccoli e stretti locali di Tokyo, con un bancone bar di marmo nero venato e lunghe file di bottiglie di sake, gin e whisky, per poi aprirsi al piano inferiore con tavoli in legno abbinati a coloratissime sedute, per un totale di 80 coperti. L’illuminazione è firmata Venini come in tutti i locali del gruppo: le TITS Lamp si abbinano perfettamente all’irriverenza del locale, mentre il maestoso Diamantei illumina l’ingresso creando un ironico contrasto tra passato e futuro. Shimokita è rigorosamente pop, e proprio per questo in ogni suo angolo è possibile riconoscere le icone che hanno fatto la storia dagli anni ’80, come l’autentica (e funzionante!) Pac Man Arcade Machine nella zona bar oppure le riproduzioni di Alien e Predator che si interfacciano con quelle di Darth Vader affiancato da un fedele Stormtrooper.

Pubblica i tuoi commenti