Far germogliare l’eredità del maestro: la Fondazione Gualtiero Marchesi guarda al futuro

Gualtiero_Marchesi

Sistematizzare l’eredità storico-culturale di Gualtiero Marchesi e continuare a documentare l'evoluzione della cucina presente attraverso l’insegnamento del maestro: sono le due direttrici su cui si muoverà l'attività della Fondazione Gualtiero Marchesi indicate dal neopresidente Alberto Capatti.

Obiettivo primario della Fondazione rimane quello di educare i giovani «al bello», lasciando loro libertà creativa, senza pretendere la ripetizione rigorosa e fissa delle ricette del maestro.

Gualtiero_Marchesi_The_Great_Italian

Un'immagine del film "Gualtiero Marchesi, The Great Italian".

Ogni anno, il 19 marzo, data di nascita di Gualtiero Marchesi, la Fondazione omonima organizzerà una giornata per celebrare la cucina italiana nel segno dello chef milanese.

Quest’anno la giornata sarà dedicata alla proiezione del film “Gualtiero Marchesi, The Great Italian”, diretto da Maurizio Gigola: «Ho voluto raccontare il Maestro non solo in relazione alla cucina, ma passando altresì per l’arte e la musica». Un omaggio che si compie anche attraverso i molti allievi che hanno risposto tutti alla chiamata e nei quali germoglia ancora oggi «il seme piantato da Marchesi con le sue passione e generosità» continua Gigola.

In diverse cucine di tutto il mondo, lo stesso giorno, sarà realizzato il piatto “Insieme armonico”, una ricetta dedicata da Marchesi ad Amatrice. Si tratta di un piatto che unisce riso (mantecato al parmigiano) e pasta (i rigatoni all’amatriciana) e che sarà eseguito "alla propria maniera" dai diversi chef.

Le iniziative della Fondazione proseguiranno con un viaggio per raccontare la storia del maestro in tutto il mondo: a settembre in Europa, a ottobre in America e a novembre in Asia.

 

Pubblica i tuoi commenti