Torino: ecco gli eventi in attesa del Bocuse d’Or Europe OFF 2018

bocuse d'or off

In attesa del concorso di alta cucina Bocuse d’Or Europe OFF 2018, che si terrà a Torino dall’8 al 16 giugno, sono iniziati gli eventi di avvicinamento su tutto il territorio piemontese. L’incontro “Allievi e maestri, la cultura gastronomica europea tra eredità e futuro” ha aperto ieri 21 marzo, al Circolo dei lettori di Torino, il calendario di eventi che intrecciano cultura e cibo. Protagonisti sono stati gli chef Paolo Lopriore e Christian Têtedoie, eredi spirituali di Gualtiero Marchesi e Paul Bocuse, che hanno dialogato sull’alta cucina a partire dall’immenso patrimonio di ricerca e filosofia che i due maestri hanno lasciato dopo la loro recente scomparsa, a un mese l’uno dall’altro.

I numerosi appuntamenti dell’anteprima sono occasione per svelare alcune anticipazioni del Bocuse d’Or Europe OFF 2018. Si tratta di un articolato palinsesto di iniziative culturali rivolte al grande pubblico, tutte fondate sul presupposto che la cucina è cultura. Culminerà dall’8 al 16 giugno, a Torino, in una intensa settimana fra arte, racconto, cinema, teatro, design, creatività, multicultura e, naturalmente, cucina con eventi creati ad hoc. Scrittori e chef, critici, intellettuali e food blogger, artisti e performer interverranno per omaggiare la tradizione enogastronomica italiana e internazionale.

Nell’attesa, il 24 marzo, 14 aprile e 19 maggio, si svolgerà l’iniziativa “A spasso nel gusto, dal mercato al museo”, con Ettore Fico che guiderà in un percorso di riscoperta del rito del cibo come socialità nel contesto urbano.
Fino al 31 marzo “I Savoia a tavola”, visite guidate speciali ai Musei Reali con percorsi nelle Cucine Reali restituite al pubblico nel 2008 dopo un accurato lavoro di restauro. Dal 6 aprile al 16 giugno, lungo l’itinerario del secondo piano di Palazzo Reale, si potrà visitare la Sala da Pranzo di gusto neoclassico con un prezioso servizio da tavola orientale. Dal 10 aprile al 12 giugno, un percorso alla scoperta dei mercati rinascimentali attraverso le tele della Galleria Sabauda. “DiVino” è invece un itinerario di “archeologia del vino”, che si svolgerà nel Museo di Antichità, dal 5 aprile al 14 giugno.
Il 7 aprile, “Ba&Ba”, una rassegna del panorama enologico piemontese nella maestosa cornice del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano. Ad aprile e maggio, organizzati da Città di Torino e Camera di commercio, con la collaborazione di Confartigianato e altre associazioni di categoria, la manifestazione “Dolci Portici” (6-8 aprile) ospiterà le eccellenze del territorio torinese legate al cioccolato declinato in tutte le sue forme. Seguirà il tour del “Gelato Festival” (5 e 6 maggio), festival on the road con laboratori, eventi e spazi degustazione. Dal 10 aprile al 4 giugno andranno in scena i talk serali con protagonisti del mondo della cucina e della cultura. Saranno
Antonia Klugmann, prima donna giudice di Masterchef Italia, con il suo libro Di cuore e di coraggio (Giunti), i food writer Clara e Gigi Padovani con tre appuntamenti dedicati agli ingredienti del concorso Bocuse d’Or, il semiologo Gianfranco Marrone con la riflessione sulle parole del contemporaneo curata da Doppiozero e l’indagine sull’uso e abuso della parola “stellati”. Non mancheranno appuntamenti ed eventi in occasione del Salone Internazionale del Libro 2018 che si svolgerà dal 10 al 14 maggio al Lingotto Fiere di Torino.

Sempre ad aprile (5, 11, 19 e 26) e maggio (2,9,17 e 23) GTT Gruppo Torinese Trasporti e Accademia Bocuse d’Or Italia proporranno le Cene Gourmet sul ristotram nelle vie cittadine. Fino all’8 aprile è inoltre in mostra al Museo Mallè di Dronero (Cn) “Più fumetto che arrosto”, ritratti divertenti e irriverenti dei più famosi chef stellati del mondo a firma di Danilo Paparelli. E ancora, a partire da aprile e fino a giugno, gli appuntamenti curati dagli Istituti culturali del Piemonte, proporranno approfondimenti di carattere storico e scientifico sulle tradizioni alimentari attraverso i secoli e sul rapporto uomo ambiente: dalle musiche da tavola ai cerimoniali dei banchetti reali, dalle politiche agricole di Cavour agli scritti di Luigi Einaudi su agricoltura e territorio, alle tavole degli operai e degli impiegati dell’Olivetti, dai movimenti migratori e l’intercultura a prodotti che dal Piemonte hanno conquistato il mondo, fino a un excursus sul cibo nella storia del cinema.

In maggio e giugno, nei luoghi più affascinanti del Piemonte, le visite guidate di “Gran Tour”, con percorsi tra storia, arte, natura e prodotti tipici. Nello stesso periodo a Palazzo Saluzzo Paesana, a Torino, la prima personale italiana della fotografa olandese Marie-Cecile Thijs, specializzata in food e chef portrait. Il 15 maggio, per il ciclo di cene/esperienza “Les Saveurs du Palais”, alta cucina e arte caratterizzati dalla creatività degli chef Christian Mandura e Stefano Sforza.
Il 17 maggio al Sacro Monte di Varallo (Vc), patrimonio Unesco, l’Ente di gestione dei Sacri Monti proporrà una speciale visita. Segirà una conferenza a Torino dedicata alla rappresentazione simbolica del cibo nel capolavoro scultoreo che ritrae a grandezza naturale l’Ultima Cena. Il 29 maggio un workshop sui formaggi guidato da un affinatore e da un’esperta di analisi sensoriale. A fine maggio, ad Asti il cibo incontra l’arte contemporanea a Palazzo Mazzetti in una cena ospitata dall’omonima Fondazione con gli chef Walter Ferretto (Il Cascinalenuovo) e Massimiliano Musso (Cà Vittoria).
Il 2 e 3 giugno a Chieri (To) spettacoli, mostre ed eventi promossi dalla Città di Chieri per la presentazione delle varietà DOC di Freisa piemontese. Il 6, 7 e 8 giugno, infine, al Circolo dei lettori di Torino incontri e appuntamenti dedicati agli Archivi Enogastronomici.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome