Milano: Romito apre da Bulgari con un menu di audace semplicità

romito

Nuova apertura di Niko Romito a Milano all’interno del Bulgari Hotel, 5 stelle. È la quarta tra le mura della prestigiosa catena dopo Pechino, poi Shangai e Dubai.

Il menu presentato nel nuovo locale ha un’identità fortemente italiana e sarà adottato dagli altri ristoranti in Medio ed Estremo Oriente. Il tristellato abruzzese, infatti, propone una cucina identitaria italiana ma altrettanto contemporanea, ispirata dalla tradizione e specialmente centrata sul sapore delle materie prime, che saranno sempre in ciascun piatto in omaggio all’imperativo della semplicità rigorosamente osservato.

Piatto testimonial di questa scelta di rigore, identità, sobrietà e gusto, sono gli Spaghetti al pomodoro, un piatto semplicissimo fondato su un unico ingrediente, il pomodoro, senza neanche l’aggiunta di olio. Tutto, insomma, è giocato sull’equilibrio tra dolcezza e acidità.
Per arrivare alla salsa di Romito, il pomodoro viene cotto al forno, asciugato e frullato senza aggiunta di acqua. Gli spaghetti sono cotti in acqua di pomodoro con basilico e peperoncino. Il piatto è proposto in abbinamento con un calice di Nicoleo 2017 Podernuovo a Palazzone
Altre perle del menu di Romito per Bulgari, anch’esse presentate alla serata inaugurale del locale, sono il Brodo Assoluto vegetale, aromatizzato da qualche goccia di Dom Pérignon e proposto come entrée caldo; la Cotoletta di Vitello alla Milanese, proposta con un Sotirio 2013 Podernuovo a Palazzone; la Ventresca di tonno con insalata di fagioli, cipolle e origano, abbinata a un Dom Pérignon P2 2000; il Pane e cioccolato con un Rovo 2006 Chinato di Fattoria Poggio Gagliardo. Entusiastico il consenso dei presenti alla conferenza stampa di presentazione.
Resident chef a Milano è Claudio Catino, collaboratore storico di Romito.

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome