Surgital torna al 100% alla famiglia Bacchini

bacchini

La famiglia Bacchini di Lavezzola (Ra) è di nuovo proprietaria al 100% di Surgital Spa, azienda italiana produttrice di pasta fresca surgelata, piatti pronti e sughi surgelati per la ristorazione. Si conclude così un’operazione finanziaria con la quale ha riacquistato la partecipazione di minoranza detenuta dal 2013 dal Fondo Italiano d’Investimento (gestito da Neuberger Berman Aifm Limited) che era entrato nel gruppo Surgital per sostenere un importante progetto di crescita organica.

Edoardo Bacchini, Amministratore Delegato di Surgital Spa, ha dichiarato: «Nel 2013 l’entrata del Fondo Italiano fu dettata da una precisa scelta strategica volta a tutelare gli investimenti che l’azienda aveva messo in atto e consentirne così l’effettivo realizzo, mantenendo fermo l’obiettivo, una volta trascorsa la naturale decorrenza quinquennale del contratto, di procedere al riacquisto delle azioni cedute al Fondo Italiano d’Investimento, cui va il nostro vivo ringraziamento per la fiducia e la collaborazione che hanno contribuito nel rendere possibile il raggiungimento di questo importante e gratificante traguardo».

Fondata dalla famiglia Bacchini nel 1980 come piccolo laboratorio artigianale, ha saputo portare la genuinità dei suoi prodotti su scala industriale, arrivando a produrre ogni giorno 135 tonnellate di pasta fresca, 60.000 piatti pronti monoporzione e 8 tonnellate di sughi in pepite, impegnando oltre 320 dipendenti. Alla sede produttiva di Lavezzola (Ra) si aggiungono poi due filiali commerciali in Francia, a Lione, e negli Stati Uniti, nello stato della Florida, e la presenza di area manager diretti in Germania e in UK.

Surgital è guidata da Romana Tamburini, fondatrice e attuale presidente, dai figli Massimiliano, Elena ed Enrica; amministratore delegato è Edoardo Bacchini. Il fatturato consolidato del gruppo è passato da 55 milioni nel 2013 a 75 milioni nel 2017 incrementando del 36% anche grazie ad un piano di investimenti industriali realizzato negli ultimi anni. L’organico è cresciuto dal 2013 con 213 unità a fine 2017 con 329, crescita dovuta anche all’ingresso del Gruppo nel mondo della ristorazione retail attraverso la Ca’ Pelletti Retail srl.

Nello stabilimento, che copre una superficie di 60.000 metri quadrati, sono attive 29 linee di produzione. Parte importante dell’azienda sono i 70.000 metri cubi di celle frigorifere, con un magazzino automatizzato a -20 °C da 14.000 posti pallet in cui sono stoccate oltre 600 referenze di prodotto, tutte preparate con ingredienti della tradizione italiana e materie prime, acquistate integre e lavorate nelle cucine interne, molte delle quali certificate Dop.

 

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome