Valverde porta in tavola la bottiglia optical

acqua valverde

Prima di tutto la bottiglia deve un’ottima acqua. La qualità di ciò che si mangia e si beve, deve essere sempre al primo posto sul tavolo di un ristorante. Dopo il contenuto viene la bottiglia che non basta sia di vetro. Deve essere anche un oggetto bello da vedere, degno della qualità suo contenuto e del cibo che verrà servito.

È probabile che Valverde abbia fatto considerazioni simili a queste quando ha deciso di collaborare con gli studenti del corso in Fashion Communication di Polimoda, importante scuola di moda in Italia con sede a Firenze.
Dall’incontro è nata Valverde Black & White, nuova linea di bottiglie che affiancherà le bottiglie a tinta unita turchese, fucsia e verde acido a suo tempo ideate dall’architetto Matteo Thun.

La nuovs linea ideata della studentessa Giulia Vischi, si compone di tre nuove bottiglie da 750 ml, una per gusto – naturale, frizzante, leggermente frizzante – e due bottiglie da 250ml per la versione naturale e frizzante.

Ispirandosi alle opere di Franco Grignani, pittore e grafico italiano, esponente della Op Art – la corrente artistica che studia e gioca con le illusioni ottiche, che per enfatizzare l’effetto ottico e le distorsioni visive usava a volte vetro industriale sui suoi quadri – la nuova bottiglia Valverde Black & White è percorsa da strisce bianche e nere lineari per la versione naturale, più mosse per la leggermente frizzanti fino ad assumere sembianze di vortici per la versione frizzante.

 

 



Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome