10 anni di noi

Dieci anni di Ristoranti. Dieci anni di noi/voi, di storie, di gesta e imprese mirabolanti. Un decennio di grandi cambiamenti, complici la crisi economico finanziaria e le mutate abitudini di consumo e di spesa. 

Numeri alla mano: in dieci anni i ristoranti in Italia hanno perso 160 milioni di visite e due miliardi di introiti.
In più, vale la pena sottolinearlo, è aumentato il numero di imprese con somministrazione (siamo ormai a quota 137mila, + 20% dal 2009 al 2017, dati Infocamere), con una buona quota di società di capitale (29,5%). Tuttavia, le cose andranno meglio nel prossimo futuro: lo rileva il forecast di The Npd Group che ha previsto per il triennio 2017-2019 una crescita media annua del’1,3% nelle visite e del 2% nella spesa. Merito di coloro che non hanno mai mollato e che anzi hanno saputo reinventarsi.

Ma cosa ci porteremo nel futuro dei dieci anni appena trascorsi? Lo abbiamo chiesto a consulenti, esperti di comportamenti di acquisto ed esponenti di associazioni. Tra i trend più gettonati sicuramente quello dei locali veg (che contano oggi già 16,5 milioni di clienti) e di formule più ibride che contemplano molteplici occasioni di consumo e di acquisto. A crescere anche il food delivery, il cibo da strada e la cucina “di pancia”. 

Trend sui quali abbiamo voluto sentire anche il parere degli chef, che prima di ogni altro se ne sono fatti precursori (trovate le loro testimonianze sul numero speciale di Ristoranti di dicembre-gennaio 2017-2018). E che per questo meritano il nostro plauso. 

Complimenti anche a Matias Perdomo, eletto cuoco dell’anno ai nostri Barawards 2017!

Pubblica i tuoi commenti