Rcr, i calici intelligenti che facilitano la mescita

Elementi di arredo della tavola decisivi per qualificare la qualità di un locale, bicchieri e calici non hanno mai perso l’originaria funzione di contenitori per liquidi. Funzione che esprimono al meglio se realizzati in modo da esaltare le caratteristiche organolettiche della bevanda, in primo luogo il vino. E su tali aspetti si concentra l’impegno dei produttori, con l’obiettivo di mettere a disposizione dei ristoratori bicchieri, oltre che esteticamente accattivanti, più funzionali e capaci di valorizzare il servizio.
È il caso delle nuove linee Ego e The Only One di Rcr Cristalleria Italiana, che arricchiscono un’offerta di calici e bicchieri dedicati ai ristoranti con già cinque gamme in catalogo.

La linea Ego è costituita da 6 pezzi: 4 calici di diversa altezza e differente ampiezza della bocca, ognuno per una tipologia di vino (rossi importanti, rossi giovani, bianchi e bollicine), e 2 bicchieri, un tumbler basso per acqua e uno alto per bevande e drink. I calici presentano nella parte bassa della coppa un angolo progettato con una duplice funzione: rompere il flusso del vino quando il bicchiere viene fatto roteare, agevolandone l’ossigenazione, e facilitare la mescita, in quanto si delimita il giusto quantitativo da versare. Ben bilanciati, grazie alla leggerezza della coppa, i bicchieri hanno piede e stelo molto robusti, frutto del particolare processo di formatura che li rende più resistenti alle rotture.

A caratterizzare la linea The Only One (4 calici: per rossi, bianchi, bollicine e rossi strutturati) è, invece, la presenza di un’impronta digitale sul piede del calice. Innovazione che, oltre a donare un tono di unicità (da qui il nome), serve da appoggio per il pollice quando si solleva il calice, evitando così di afferrare la coppa con la mano e riscaldarne il contenuto. La parte bassa della coppa, inoltre, si sviluppa in profondità, fino a prolungarsi nel gambo, soluzione che consente di sprigionare l’effervescenza di bianchi e bollicine esaltandone la degustazione. Entrambe le gamme sono realizzate in Luxion, un vetro sonoro superiore sviluppato da Rcr, con proprietà di brillantezza e trasparenza tipiche del cristallo (ma senza piombo), utili ad apprezzare i colori delle bevande, e un’elevata resistenza a rotture, graffi e sfregamenti. A ciò si aggiunge un’alta resistenza idrolitica che impedisce il rilascio di sostanze nel vino, preservandone le proprietà organolettiche, e conferisce resistenza e stabilità ai lavaggi con macchine professionali, senza tracce di opacizzazione anche oltre i 1.000 cicli.

Pubblica i tuoi commenti