Un tocco di panna che resiste al tempo

La panna è una materia prima fra le più utilizzate nel mondo dolce, che per usi professionali richiede precisi requisiti qualitativi e tecnici. Un buon sapore, innanzi tutto, e poi una certa percentuale di grassi (solitamente tra il 32 e il 38% di materia grassa), oltre a una buona tenuta nel tempo. Abbiamo dunque chiesto al pastry chef Galileo Reposo di mettere alla prova Prima Blanca Debic (brand che fa capo a Friesland Campina), una panna che, dice il pasticcere di Peck: «Mi è piaciuta: all’assaggio si percepisce subito la qualità del prodotto e il suo buon sapore. Montandola in planetaria ne ho potuto apprezzare la resa in volume, la facilità nell’essere montata e la stabilità. Proprio quest’ultimo aspetto è importante e ho potuto constatare che sui dessert, mantenuti in modo corretto in vetrina refrigerata fra 2 e 4°C, rimane stabile e perfetta un paio di giorni. Ha un bel colore bianco e si miscela perfettamente con altri ingredienti per creare creme, gelati, mousse, ai quali conferisce un’ottimale consistenza, senza dover aggiungere gelatine o addensanti. Se ne avanza un po’, risulta forse un po’ difficile rimontarla con i medesimi risultati qualitativi, meglio dunque calcolare esattamente il quantitativo necessario. Trovo che abbia un buon rapporto qualità prezzo e ne ho apprezzato le performance».

 

La ricetta – Mini babà amarena e fava tonka

Lo chef Reposo ha declinato la panna Prima Blanca Debic in un mini babà alle amarene e fava tonka

 

Ingredienti per 10 pezzi
Per il babà: 200 g farina forte, 75 g burro, 2 g sale, 8 g lievito di birra, 15 g zucchero, 250 g uova. Per la bagna: 1 l acqua, 350 g zucchero, 2 arance, 2 limoni, 1 stecca di vaniglia. Per il montaggio: amarene sciroppate, crema pasticcera, 300 g panna Prima Blanca Debic, 4 g fava tonka, 20 g zucchero

Procedimento
Per il babà: Mettere tutti gli ingredienti in planetaria salvo le uova e girare con la foglia. A filo mettere le uova e continuare a lavorare fino a che si ottiene un composto liscio, omogeneo e ben incordato. Dividere negli stampi e fare lievitare per 40 minuti circa. Cuocere per 10 minuti a 180°C in forno termoventilato. Togliere dagli stampi e lasciare raffreddare.
Per la bagna: Ricavare le scorze dagli agrumi. Mettere tutti gli ingredienti a bollire e lasciare sul fuoco per circa 5 minuti. Fare raffreddare con tutti gli aromi dentro.

Per il montaggio
Inzuppare i babà nella bagna calda. Fare un foro sulla superficie con l’aiuto di uno scavino. Riempire il foro con poca crema pasticcera e un’amarena sciroppata (asciugata dal suo sciroppo). Montare la panna con lo zucchero e la fava tonka grattugiata. Con una sacca da pasticcere fare uno spuntone a coprire la superficie. Finire con una pipetta di sciroppo di amarene, che poi verrà sprizzata dal consumatore nel momento della degustazione.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome