Alberto Capatti è il Presidente della Fondazione Gualtiero Marchesi

capatti

La famiglia Marchesi ha annunciato con grande soddisfazione che il professore Alberto Capatti ha accettato di assumere l’incarico di presiedere la Fondazione Gualtiero Marchesi. Questo il commento del neo presidente:

L’eredità di Marchesi è la storia dell’alimentazione dagli anni Ottanta ad oggi, vissuta da lui con le dita al lavoro, con la parola, con la scrittura e con la musica, e l’immediato futuro, con cui la Fondazione deve misurarsi. Questo futuro si staglia davanti a noi che abbiamo un’ombra, con i contorni della sua figura, e dobbiamo restituire a quest’ombra vita e pensiero. Due gli obiettivi: plasmare la nostra cultura come lui la cucina, suscitando puntualmente ammirazione e sorpresa; ampliare la sua, e ormai anche nostra, visione a tutto il sistema alimentare, senza identificarlo con le singole componenti, cuochi o piatti d’artista. Così l’ombra tornerà in vita”.

Alberto Capatti è uno dei più importanti storici della gastronomia italiana. Ha insegnato Storia della Cucina e della Gastronomia all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e ne stato il primo direttore. Da più di vent’anni si occupa di storia della alimentazione e della gastronomia. Dirige il periodico “Slow” dell’Associazione Slow Food, fa parte del comitato scientifico di CasArtusi ed è membro del comitato direttivo dell’Institut Européen d’Histoire de l’Alimentation. La sua opera principale è “La cucina italiana. Storia di una cultura”, scritta insieme a Massimo Montanari.

Il nuovo consiglio della Fondazione è ora così composto: presidente prof. Alberto Capatti, vice presidente prof.ssa Simona Marchesi. Consiglieri: Paola Marchesi, Guglielmo Dandolo Marchesi, Bartolomeo Dandolo Marchesi. Segretario Generale Enrico Dandolo.

 

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome