Dal 4 all’11 maggio c’è “Milano food city” con 320 eventi messi a sistema

city

Saranno 8 giorni di eventi, sapori e mostre per scoprire le ultime tendenze del mondo food & beverage. Oltre l’innovazione, saranno trattati i temi della solidarietà e della sostenibilità in linea con il dibattito aperto da Expo 2015.
A Milano food city sono previsti oltre 320 eventi con grandi protagonisti, tra i quali Barack Obama, e sarà la dimostrazione della possibilità di mettere a sistema diverse iniziative organizzate da più enti e istituzioni.
Si comincia il 3 maggio alle 19.30 con la festa inaugurale nel piazzale antistante la fondazione Feltrinelli dove, nei giorni successivi, avrà luogo Food for all, iniziative ed eventi dedicati alla sfida globale del diritto al cibo.
Week&food, poi, sarà un vero e proprio fuorisalone, con showcooking, degustazioni e aperitivi a 5 stelle. E’ organizzato nell’ambito di Tuttofood,  la biennale internazionale dedicata al cibo che dall’8 all’11 maggio porterà alla Fiera Milano a Rho oltre 2.850 espositori e più di 3mila buyer.
Sempre alla Fiera Milano, il 9 maggio nell’ambito di The Global Food Innovation Summit ci sarà l’ospite più atteso della settimana, l’ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama che dialogherà con Sam Kass, chef-consigliere di Obama e artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca. E a proposito di salute, Fondazione Veronesi e Coldiretti hanno organizzato il laboratorio Bimbi in cucina, per stimolare i più piccoli a una corretta alimentazione a partire dalla preparazione dei cibi.

Il grande evento che fa di Milano la capitale del cibo è promosso dal Comune di Milano, Confcommercio, Fiera Milano e Regione Lombardia.
Attraverso FoodFriends, Confcommercio ha promosso oltre 200 eventi diffusi su tutto il territorio milanese. Ci saranno iniziative a Palazzo Bovara, dove si onorerà il mondo delle spezie, a Casello Ovest di Porta Venezia, dove la filiera agroalimentare incontrerà la tavola, e al Capac Politecnico del commercio e del turismo che ospiterà il villaggio della pizza. E ancora i mercati coperti di Wagner e Morsenchio, e le vie Piero della Francesca, Vittor Pisani e Paolo Sarpi.

Per maggiori informazioni clicca Qui

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome