Nuovi gusti a ridotto carico glicemico per i Maestri della Gelateria Italiana

Ha dato ottimi frutti la partecipazione all’edizione 2016 del Sigep di Rimini dei  Maestri della Gelateria Italiana, alla cui guida è stata nuovamente eletta Candida Pelizzoli. I Maestri sono stati promotori di un importante convegno dal titolo Informazioni obbligatorie e volontarie sugli alimenti ai consumatori: normativa europea per i prodotti non preimballati (UE 1169/2011)”, tema che sarà trattato in uno specifico corso presso la Scuola Italiana di Gelateria di Perugia. All’evento hanno preso parte Candida Pelizzoli, Roberta De Sanctis, Salvatore Cannavò, Roberto Copparoni e Roger Nanni.

I contenuti trattati nel convegno sono sintetizzabili in tre punti:

  • La conferma che il regolamento UE 1169/2011 e il decreto legislativo 109/92 sono ancora i riferimenti normativi per il prodotto sfuso, ovvero non-preimballato, in attesa che venga emanata, pare a breve, una normativa più specifica.
  • I due motivi di attenzione dell’artigiano: saper fornire una esatta ed efficace comunicazione degli allergeni presenti in ciascuna preparazione alimentare in modo che il consumatore possa scegliere consapevolmente in base alle proprie esigenze individuali, e saper esigere chiarezza dai propri fornitori di eventuali ingredienti composti in modo che nessun allergene possa sfuggire al controllo e che sia l’artigiano sia il consumatore siano tutelati.
  • La possibilità di utilizzare anche una informazione non obbligatoria ma utile per il marketing, qualora si scelga una strada più salutare. In questo caso la normativa di riferimento è il regolamento UE 1924/2006. Dato che vige di fatto il principio di lealtà verso il consumatore, i messaggi di cui ci si può avvalere sono individuati nello stesso regolamento e vanno giustificati da un’adeguata tabella nutrizionale. Questa è la strada che i Maestri della Gelateria Italiana hanno intrapreso anni fa e che intendono comunicare al settore per contribuire al progresso della categoria.

Nei giorni del Sigep, i Maestri sono stati protagonisti di ben 13 presentazioni di nuovi gusti di creme e sorbetti a ridotto carico glicemico nell’ambito del suggestivo progetto “Gusti e Colori della Salute: Natura, Arte, Cultura, Piacere, Bellezza del Gelato Artigianale Italiano”.

Con questa iniziativa si è portato avanti l’obiettivo di elevare il prodotto  "gelato artigianale tradizionale" ad "alimento tradizionale artigianale evoluto". Fieri di aver raggiunto già nel Sigep del 2015 gli obiettivi post Expo indicati dal Ministero della Salute ossia una riduzione degli zuccheri del 20% e un aumento delle fibre entro il 2017, quest’anno i Maestri hanno dimostrato che queste nuove attenzioni non sono limitanti, ma possono essere volano di creatività e leva di marketing.
Il contributo che i Maestri hanno portato al Sigep ha avuto una lodevole conclusione con l’iniziativa educativa “Non congelateci il sorriso", concretizzatasi in una coinvolgente lezione di gelateria ad alcune scolaresche delle scuole medie inferiori della provincia di Rimini con degustazioni finali.

 

Pubblica i tuoi commenti