Seo, l’arte di apparire (bene) sul web

Web marketing –

Per far sì che la propria attività ottenga la massima visibilità su Internet, essere presenti non basta. Occorre mettere in atto una serie di azioni che permettono di essere ai primi posti sui motori di ricerca. Meglio affidarsi ad agenzie specializzate

Nel marketing digitale un posto di primo piano spetta al cosiddetto Seo, che sta per search engine optimization, ovvero l'arte di far risaltare un link ai primi posti quando si fa una determinata ricerca.
Andrea Cappello, dello Studio omonimo specializzato in questa attività, spiega cosa significa con un esempio: «Provate a lanciare su Google, che raccoglie oltre il 90% delle ricerche in rete degli italiani, una ricerca con le parole “ristorante cinese padova”. Il risultato vede ai primi posti i ristoranti Shangai e Fu Lu Shou, che così si assicurano un'eccellente pubblicità che si trasforma in nuovo business».

Mantenere una posizione chiave nei motori di ricerca
Farsi trovare nelle prime due pagine di Google è fondamentale: lì si focalizza il 90% delle ricerche degli utenti. «Il ristorante - spiega Cappello - deve ottimizzare il sito sulle parole chiave che lo riguardano, ottimizzare la scheda su Google in modo da farsi trovare in base alle proprie peculiarità ed eventualmente attivare campagne pay per click a pagamento».
Ciò significa che in base alle ricerche effettuate su determinate parole chiave apparirà un annuncio pubblicitario e il ristorante pagherà in base ai clic ricevuti.
«Non solo è importante essere presenti nella prima pagina dei
risultati di ricerca - aggiunge Cappello - che assorbe mediamente il 70% delle ricerche, ma anche farsi preferire dagli utenti che in media non fanno più di 3-4 click per pagina».

Ci si può fidare di chi garantisce la prima posizione? «La conoscenza delle logiche dei motori di ricerca permette ai Seo specialist di fare stime molto accurate sull'efficacia di un servizio di ottimizzazione. Però nessuno potrà mai garantire il posizionamento completo e stabile nel tempo al primo posto nei motori con un solo intervento. Occorrono esperienza, affidabilità e un lavoro costante».

Costi ad alta variabilità
E i costi? «Possono variare in base alla competitività del settore, alla genericità delle parole chiave, e al Page Rank (una sorta di classifica di Google in base alla popolarità dei siti, ndr) acquisito del sito. Si va da 1.000 euro per località con poca concorrenza fino a molte migliaia per località più competitive su parole chiave generiche, come ristorante Roma».
Importante è anche la presenza su Facebook o sui siti che pubblicano le opinioni degli utenti. Bisogna individuare i portali leader d'opinione, incentivare i commenti positivi e rispondere a quelli negativi.
«Meglio avere commenti che non averne - afferma Cappello -. Un ristorante senza commenti lascia perplessi».

Pubblica i tuoi commenti