Firenze: un ristorante farà risorgere la storica Libreria Antiquaria Gonnelli

Libreria

La parola “chiusura” è sempre amara. Se è seguita dalla parola “apertura” lo è di meno, ma il sapore non si dolcifica del tutto. Spesso si tratta di un’attività antica, addirittura identitaria di una una città, costretta a traslocare dal centro storico (ah…l’affitto…!) fuori porta in cerca di prezzi più abbordabili.

Del tutto dolce, invece, la storia di una chiura – apertura a Firenze. E il formidabile dolcificante è un ristorante.
Ma andiamo con ordine. La Libreria Gonnelli è un’istituzione cittadina. Nata nel 1875, è l’esercizio più antico di via Ricasoli, all’ombra del campanile di Giotto, sempre in mano alla stessa famiglia. Nel frattempo è diventata anche casa editrice, maison di aste e sede di importanti collezioni di incunaboli, libri e oggetti antichi.
Insomma, in questi 140 anni è andata bene ed è arrivato il momento di allargasi e di diventare più raggiungibili dalla frotta di visitatori che mal si muovono in un centro così “centro” perennemente gremito da turisti.

Dunque, trasferimento in piazza D'Aglio. E i locali di via Ricasoli? Nessuna vendita a un'agenzia di scommesse per carità! La famiglia Manetti Gonnelli ha deciso di tenerselo e, invece di staccargli la spina, dargli una bella botta di vita aprendoci un ristorante di cucina toscana, l'artefice della resurrezione. Se ne va la Libreria Antiquaria e arriva la Libreria-Ristorante che dalla primavera proporrà eventi culturali oltre al cibo. Speriamo quel prezioso cibo capace di fare cultura.

Pubblica i tuoi commenti