Addio a Joël Robuchon, 32 stelle Michelin e “Cuoco del Secolo” per Gault & Millau

joel- robuchon

A pochi mesi dalla scomparsa di Paul Bocuse, la Francia perde l’altro simbolo della sua cucina: è morto all’età di 73, per un tumore al pancreas, lo chef Joël Robuchon, punto di riferimento dei cuochi di tutto il mondo.
Durante la sua carriera, il grande chef di Poitiers è stato insignito di 32 stelle Michelin; nel 1990 la guida Gault & Millau gli ha conferito il titolo di “Cuoco del Secolo“.
Sarà ricordato nella storia della gastronomia come l’innovatore della nouvelle cuisine, dalla quale ha eliminato il minilalismo, e come il pioniere della cucina in tv. Il suo motto era: “La cucina è semplicità, che è la cosa più difficile“.
Figlio di minatore, a 15 anni lasciò il seminario per seguire la vocazione dei fornelli e a 29 anni era già a capo di una brigata di 90 persone al Concorde Lafayette di Parigi.
Ormai a capo di un impero gastronomico con locali anche a Las Vegas, Hong Kong a Las Vegas, a 50 anni ha lasciato i formelli per dedicarsi alla scrittura di libri di cucina ora adottati dalle prncipali scuole di cucina del mondo.

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome