Street food da tutta Italia all’Auditorium di Roma

panelle cRNEVALE

Streat Bacco,  Apemagna, L’appetito Polpetteria, La PanellaSfizio Capitale, Sardowan, Fritto DoratoMr Doyle, T-Burger, Rec 23: sono le insegne protagoniste del Food Truck Fest, festa con le migliori cucine su ruote provenienti da tutta Italia in programma all'Auditorium Parco della Musica di Roma dal 24 al 26 febbraio. In programma ci sono giochi, musica, balli laboratori e attività per grandi e piccini e persino un giro su una ruota panoramica per la prima volta fuori da un parco divertimenti.

Ecco una veloce rassegna dei menu proposti:
Streat Bacco offrirà arrosticini di maiale, guanciale al pepe, straccetti di manzo, puccia pontina. Ancora arrosticini, ma stavolta di chianina e accompagnate da patate a spirale si  potranno degustare da Apemagna. A L’appetito Polpetteria si prepareranno cartocci di polpette fritte e patate, polpette di carne con pancetta e prosciutto o nudja e olive, polpette di seppia e calamaro, polpette di salmone, polpette di melanzane, polpette di carciofi e pecorino, polpette al sugo.
La Panella, ovviamente, proporrà pane e panelle, crocchette, arancinette alla carne o al burro e melanzane, iris dolce con crema di ricotta e gocce di cioccolato.  Sfizio Capitale, invece, punterà sul pesce con cartocci di fritto misto (calamari moscardini e alici)  e fish burger con pesce spada, tonno affumicato, ricciola o salmone.
Da Sardowan ci saranno gnocchetti sardi al sugo di salsiccia, panadas (tortine salate ripiene di carne o verdura), chips di pane guttiau, seadas (ravioli fritti ripieni di formaggio e cosparsi di miele). Al Fritto Dorato, fritti vari di mare, di pollo e di verdure.
L’american street food, infine, si troverà da Mr Doyle con la carne smoke bbq, pulled pork e il pork belly.  T-Burger dispenserà hamburger, hot dog e chicken wrap e naturalmente le immancabili palatine fritte. E da Rec 23 Brooklyn burger, kids burger, Soho cheese, Queen bacon cheese, California burger, Wall Street hot dog, Time Square hot dog.
I prezzi sono popolari, l'ingresso è libero.

Foto: Martino Ragusa

Pubblica i tuoi commenti