La cena ti aspetta in stazione con iCestini

Prendi l’esperienza dello chef Fabio Zago. Mettici la creatività e le idee di Anna Prandoni, esperta giornalista di food, per 15 anni a La Cucina Italiana (prima come Direttore della Scuola, poi come Web Editor e successivamente come Direttore Responsabile). Aggiungi le competenze di Roberta Carenzi, direttore marketing dalla grande expertise gastronomica e quelle di Lapo Niccolini, presidente e AD della casa editrice Quadratum. Da questo connubio di cervelli e competenze nasce iCestini, il primo delivery che consegna la cena (e a breve anche il pranzo) direttamente in stazione.

«Questo nuovo servizio nasce da una necessità fino ad ora non soddisfatta -  afferma Anna Prandoni - sono pendolare da quasi vent’anni e da altrettanto tempo lavoro in ambito editoriale e gastronomico e ho pensato che solo una cosa avrebbe dato una svolta alle mie serate: un servizio di delivery che mi aspettasse in stazione!».

Il menu di iCestini è a base di piatti tipici della tradizione italiana e l’ordinazione è semplice. Ogni giorno la clientela può ordinare dal sito i piatti; le pietanze, preparate in giornata, vengono confezionate in vaschette monoporzione termosaldate e al 100% smaltibili nell’umido della raccolta differenziata. iCestini vengono quindi recapitati direttamente nella stazione e all’orario indicati grazie alle foodcycle e sono monitorabili tramite la mappa disponibile sul sito.

iCestini_autunno2016

Per la rigenerazione basta un veloce passaggio in forno (microonde o tradizionale).

Il servizio iCestini è al momento attivo a Milano presso la stazione di Cadorna e a breve arriverà in Stazione Centrale, Garibaldi e in altri punti strategici di Milano. L’obiettivo è quello di raggiungere le più importanti città. Delocalizzare il ristorante, dunque, è oggi una strategia da tenere sott’occhio.

Pubblica i tuoi commenti