Mirko Caldino: dalla Russia alla Val D’Orcia

 

Con l’arrivo della primavera, ha riaperto i battenti il Castello di Velona Resort Thermal Spa & Winery in Val d’Orcia. Con una grande novità: a guidare la nuova brigata di cucina è arrivato dalla Russia lo chef Mirko Caldino.

Castello di Velona

Castello di Velona

Nato a La Spezia nel 1973, Mirko vanta un nonno pescatore e un altro fruttivendolo che lo hanno indirettamente iniziato al culto della qualità delle materie prime di mare e di terra che oggi contraddistingue la sua cucina. Approda nel cuore della Val d’Orcia dopo alcuni anni trascorsi in Russia dove ha guidato rinomati ristoranti affermandosi come ambasciatore della cucina italiana nella terra degli zar e nel mondo. Non per modo di dire. Nel 2012 ha cucinato per i grandi del pianeta durante il G20 di Vladivostok, ai quiali ha proposto un menu tutto a base di prodotti italiani: insalata di cinque pomodori, cipolle di Tropea e bottarga sarda con gelée di sedano, tartara di tonno siciliano, tiepido di polpo con patate e olive di Taggia, formaggi piemontesi con mostarde, lasagnette ai funghi porcini e tartufo nero umbro, costolette d' agnello con frutta secca all'aglio e salsa al moscato, burrata con pomodori secchi e alici salate, filetto di branzino da lenza con Martini e verdurine fondenti, piccola pasticceria con cioccolatini e frutti di bosco.
Come si evince anche da questo storico menu, Caldino predilige una cucina essenziale, basata sulla freschezza dei prodotti e sulle materie prime. Siamo curiosi di scoprire cosa proporrà agli ospiti del Castello di Velona, ma non pensiamo di sbagliare se prevediamo un trionfo di sapori della Val D’Orcia accostati a un’attenta selezione delle eccellenze italiane.

Pubblica i tuoi commenti