Alma “sforna” 17 neo assistant restaurant&bar manager

A conclusione della prima edizione del Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie si è svolta la cerimonia di consegna dei diplomi nell’Aula Magna di Alma. Sono 17 i neo Assistant Restaurant & Bar Manager che si sono diplomati alla Scuola retta dal Maestro Gualtiero Marchesi dopo un percorso formativo della durata di sette mesi, tra fase residenziale a Colorno e stage presso prestigiose strutture di hotellerie e affermati ristoranti sia italiani che esteri. Tra i diplomati, le ragazze sono cinque e due studenti hanno cittadinanza ucraina e moldava. Se si considera la provenienza geografica, la regione più rappresentata è l’Emilia-Romagna, con quattro diplomati, seguita da Liguria e Sicilia (entrambe con tre).

Ultimo nato in casa Alma, il Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie è partito lo scorso anno per soddisfare la grande richiesta di figure professionali di sala, come certificato anche dall’ultimo studio di Assolavoro - Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, presentato nell’estate 2015. La premessa è che ristoranti, hotel e club sono sempre più impegnati a offrire un servizio di eccellenza, un’esperienza non solo sensoriale ma connotata anche emozionalmente e culturalmente: per un cliente, la magia di una cena o di un soggiorno dipende dalla sinergia che si viene a creare tra lo chef e il maître di sala. La parola chiave è formazione: creando questo percorso e coinvolgendo nella didattica professionisti riconosciuti del settore, Alma mira a formare figure che conoscano il galateo, le tecniche e i prodotti, esperte nell’arte dell’accoglienza e del servizio all’ospite.

Tra i neo diplomati, una menzione particolare meritano Romeo Bisacchi, Stefano Licitra e Eugenio Simonelli, che, con il punteggio di 90/100, sono risultati i migliori allievi della prima edizione del Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie. Genovese, 23 anni, Romeo Bisacchi ha svolto il periodo di stage presso l’Enoteca Pinchiorri, affiancando il Direttore di Sala Alessandro Tomberli, maestro di classe, sensibilità e professionalità: l’avventura fiorentina di Romeo è destinata a proseguire perché è stato assunto proprio dall’Enoteca Pinchiorri. Un percorso analogo è quello seguito dal 25enne Eugenio Simonelli, di Fiuggi: il futuro lavorativo di Eugenio è a Londra presso “Le Gavroche” Restaurant dove ha svolto il suo periodo di stage. Il trevigiano Stefano Licitra, 28 anni, ha invece avuto la possibilità di portare avanti il suo stage presso il Ristorante “La Pergola”, regno dello chef Heinz Beck, dopo il quale sta valutando numerose proposte di lavoro.

Romeo, Eugenio e Stefano e gli altri 14 colleghi che si sono diplomati insieme a loro hanno superato l’esame di una commissione di valutazione composta, oltre che da docenti di Alma come il maître Roberto Gardini, il Responsabile dell’Alma Wine Academy Ciro Fontanesi e il Food & Beverage Manager Davide Pautasso, da professionisti come Vincenzo Donatiello, sommelier del Ristorante tre stelle Michelin “Piazza Duomo” di Alba, e Mirko Eutizi, Food & Beverage Manager del St. Regis Hotel di Firenze.

Molto articolato il programma d’esame, con prove teoriche affiancate da altre pratiche. Oltre a discutere una tesi, infatti, gli studenti del Corso si sono occupati del servizio in occasione di una vera e propria cena à la carte nel Ristorante Mater di Alma. Grazie alla collaborazione dei membri della commissione, sono state ricreate possibili situazioni reali, con diversi momenti di criticità per il servizio: il tavolo di un giornalista gastronomico, il tavolo di una coppia, il tavolo business e il tavolo di un gruppo di amici impegnati a festeggiare un compleanno.

 

 

Pubblica i tuoi commenti