Ottimo esordio per Grandi Langhe Docg

Marketing territoriale –

A inizio maggio per la prima volta in Langhe e Roero il mondo del vino e quello del turismo hanno unito le forze per ospitare un grande evento dedicato agli specialisti del settore

Un appuntamento di tre giorni in 6 location di charme, con 250 produttori e 600 vini d'eccellenza per oltre 250 selezionati buyer: è l'equazione dell'esordio di Grandi Langhe Docg.

Per la prima volta in Langhe e Roero il mondo del vino e quello del turismo hanno unito le forze per ospitare un grande evento dedicato agli specialisti del settore, organizzato dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero, in collaborazione con il Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero e l´Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero e con il sostegno della Regione Piemonte.

Un evento dedicato ai professionisti
L'evento si è tenuto ai primi di maggio e ha permesso ad operatori di settore italiani e stranieri, importatori, giornalisti, enotecari, ristoratori, albergatori, sommelier, di scoprire i grandi vini Docg delle Langhe - Barolo, Barbaresco, Diano d'Alba, Dogliani, Roero, Roero Arneis - direttamente nei diversi comuni di origine, Monforte d'Alba, Dogliani, Neive, Canale, La Morra e Barolo, di incontrare i produttori e stringere nuovi accordi commerciali.
I buyer sono arrivati nelle Langhe da Cina, Russia, Stati Uniti, Argentina, Australia, Germania, Austria, Svizzera, Danimarca, Svezia, Norvegia, Francia, Olanda e Regno Unito, oltre che dall´Italia, e hanno potuto contare sul Consorzio Turistico per un'accoglienza personalizzata e un'accurata assistenza durante tutta la permanenza.

Per Pietro Ratti, presidente del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero, «riuscire a portare operatori professionisti da tutto il mondo nel nostro territorio è stata una scommessa vinta, che ci fa ben sperare per le prossime edizioni. Appuntamento quindi al 2015».

Per Ferruccio Ribezzo, presidente del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, «Grandi Langhe Docg è un evento importante per il nostro territorio. Per la prima volta vino e turismo hanno lavorato insieme in un'unica cabina di regia per un'azione promozionale congiunta che porterà frutto e grande risonanza in entrambi i settori. Visitatori da tutto il mondo con la curiosità di conoscere meglio i nostri grandi vini hanno avuto occasione di scoprire anche i luoghi di origine di questi prodotti d'eccellenza, apprezzando tutto ciò che hanno da offrire anche a livello turistico. Crediamo fermamente in questo progetto come importante vetrina ed opportunità di promozione».

L'ottima collaborazione tra l'intuizione del Consorzio di Tutela e l'organizzazione logistica del Consorzio Turistico ha così inaugurato un nuovo strumento di promozione enoturistica, destinato a diventare un appuntamento biennale di riferimento per gli operatore del settore.

Nella foto, da sinistra: Andrea Ferrero - direttore Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero, Elisabetta Grasso - responsabile Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, Pietro Ratti - presidente Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero, Ferruccio Ribezzo - presidente Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, Alberto Cirio - assessore al Turismo Regione Piemonte.

Pubblica i tuoi commenti