Cocktail al profumo di fiori

From Moscow to Milano, creato dal bartender Paolo Viola, ha debuttato all’inizio dell’anno in occasione dell’inaugurazione del Crudo Cocktail Bar, avamposto della miscelazione di Terrazza Calabritto Milano, fratello dell’omonimo ristorante di Napoli specializzato in pesce di proprietà di Enzo Politelli. La cocktail list è firmata dal bar manager Paolo Viola, siciliano di venticinque anni già bartender al famoso The Rivoli Bar dell’Hotel Ritz di Londra. «From Moscow to Milano – spiega Viola – fa parte di un menu studiato come un viaggio ideale da diverse città del mondo in direzione di Milano. Per ogni città di partenza ho preso in prestito alcuni ingredienti tipici del luogo per esaltarli e poi miscelarli con prodotti esclusivamente di casa nostra. Il risultato è un concerto di sapori originali». La scelta di intitolarlo a Mosca non fa riferimento al prodotto base (Belvedere è una vodka polacca al 100%), ma alla mors, tipica bevanda russa ai frutti di bosco. Il drink è solo in apparenza morbido, in realtà è una mistura ben bilanciata dal carattere fresco e agrumato. Un drink straight up, proposto in coppetta Martini e di grande successo. Tanto da aver rubato il cuore alle signore appassionate di Cosmopolitan.

Ingredienti
50 ml infusione di Belvedere Vodka con lamponi; 30 ml Italicus – Rosolio di Bergamotto; 5 ml Amaro Lucano; 15 ml succo di lime; 15 ml di sciroppo di zucchero.

Preparazione
Versare gli ingredienti nello shaker colmo di  ghiaccio e agitare energicamente. Filtrare due volte e versare in doppia coppa martini precedentemente raffreddata.
Decorare con fiori edibili e vaporizzare con acqua di rose e fiori di zagara di Sicilia.

Abbinamento
Agostino D’Angelo, executive chef del ristorante Oliviero al Belmond Villa Sant’Andrea di Taormina, ha studiato per noi un abbinamento per Moscow to Milano. È ‘la Cheesecake al Gelsomino con Spugnoso al Tè Matcha, un dessert che esalta le note fruttate del drink (frutti di bosco), la parte floreale e agrumata (fiori di zagara e rosolio) e le note aromatiche e speziate (amaro) e la particolare morbidezza della vodka polacca.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome