Alessandro Borghese: «La cucina a portata di click»

Alessandro Borghese, chef e conduttore televisivo

Una delle tendenze più diffusa negli ultimi anni è il Food delivery. Con un click sul proprio smartphone un esercito di biciclette, motorini e ogni tipo di mezzi consegnano a tavola piatti di diverse cucine. Ci sono applicazioni e siti dedicati, per tutti i gusti e tutte le tasche. Un business che fino a qualche anno fa era rivolto solo alle pizzerie ma che oggi si è spalancato a tantissimi tipi di ristorazione. A trarne maggior vantaggio i locali che lavorano con il mono prodotto: solo pollo arrosto, solo hamburger oppure solo pasta fresca (io stesso ho pensato di portare la qualità e l’eccellenza della nostra pasta fresca nel cuore di Milano aprendo il nostro primo pastificio in via Washington, e il sistema di consegna a domicilio è stato accolto molto bene). Ma la tecnologia va anche oltre. Ho letto con singolare interesse e orgoglio di una squadra di ricercatori dell’Università Federico II di Napoli e del loro androide in grado di copiare e riprodurre le tecniche di un pizzaiolo professionista, attraverso una telecamera con sensori. Il robot è in grado di registrare gesti e procedure. Sono tanti i progetti in questo campo che vogliono capire come agevolare e favorire il settore. Oggi si sta sperimentando, date le innumerevoli richieste, il food delivery tramite droni automatici. Siamo solo agli albori di questa nuova tendenza che sta rivoluzionando packaging, consegne e modalità di preparazione nelle cucine dei ristoranti di tutto il mondo. La cucina in Tv è un altro grande pilastro: era ora che nella nostra Tv ci fosse più cucina. Il food ha catturato l’attenzione dei network televisivi e di Internet, la cucina è l’anima dell’Italia, le materie prime sono uniche ed eccezionali. Oggi abbiamo la fortuna di avere mezzi di comunicazione immediati e diffusivi, chiunque attraverso la televisione, internet e la stampa, può seguire i procedimenti e i consigli del suo chef preferito. E poi divulgare l’agroalimentare italiano tramite i media, prima a casa nostra e poi nel mondo, è davvero fondamentale. 

Pubblica i tuoi commenti