Lo chef Joshua Pinski ha vinto premio “Il Primo di New York” del pastificio Di Martino di Gragnano

Joshua

Bucatini ceci e pepe”, un gioco di parole riuscito ma inaspettato se si pensa che il piatto è di uno chef americano senza l'ombra di radici Italiane. Stiamo parlando di Joshua Pinski, del ristorante Momofuku Nishi di New York, e  vincitore de "Il Primo di New York" il concorso che premia il miglior piatto di pasta della Grande Mela, ideato e patrocinato dal pastificio Di Martino di Gragnano.
Il piatto di Joshua, che rivisita un classico della cucina romana unendo i bucatini all’hozon di ceci, ha convinto la giuria internazionale e gli ha fruttato un premio di 5.000 dollari, una giacca e una padella personalizzati. In più un viaggio nella città della pasta e la possibilità di partecipare come relatore alla prossima edizione dell’evento “Le Strade della Mozzarella”.

Il secodo posto è andato a Ed Shoenfeld, patron di Red Farm autore del piatto “Pasta Rosmarino con costolette brasate all’anice'. Al terzo posto chef Garrison Price con “Eliche giganti con ragù di agnello” dello del ristorante Il Buco Alimentari. Questi i nomi di tutti e dieci i finalisti del concorso: David de Lucia di Casa Lever, Joshua Pinksy di Momofuku Nishi, Rita Sodi de I Sodi, Garrison Price de Il Buco Alimentari, Jared Sippel di Italienne, Silvia Barban di La Rina, Raffaele Solinas di Maiella LIC, Carlo Bigi di Gemma, Ed Schoenfeld patron di Red Farm, Hillary Sterling di Vic’s.

Pubblica i tuoi commenti