Le Soste aprono a 5 nuovi ristoranti. La Guida e i progetti 2017

soste

La 35esima Assemblea Annuale Le Soste, che si è svolta durante il Congresso di Identità Golose, ha dato il benvenuto a 5  nuovi soci. Sale così a 85 il numero dei locali aderenti all’associazione che raccoglie i migliori ristoranti di cucina italiana in Italia e nel mondo.
Queste le new entry:  Christian&Manuel, all’interno dell’hotel Cinzia di Vercelli, con i fratelli Costardi; Vun, all’interno dell’hotel Park Hyatt di Milano, con lo chef Andrea Aprea; Inkiostro a Parma, con Terry Giacomello; La Bandiera di Civitella Casanova (PE) con Marcello Spadone; Krèsios di Telese Terme (Bn) con Giuseppe Iannotti.

Le Soste sono nate nel 1982, quando alcuni tra i maggiori chef italiani decisero di incontrarsi periodicamente per condividere spunti e progetti sull’enogastronomia italiana d’eccellenza e rendere noti ai propri clienti i ristoranti che perseguivano quotidianamente gli ideali di cultura gastronomica, convivialità, accoglienza, cortesia e raffinatezza. Il modello di riferimento furono dal principio le grandi associazioni francesi come Traditions et Qualité e Relais Gourmands. Da allora tanti anni sono passati, ma lo spirito di amicizia tra i diversi soci, nonché il percorso comune teso all’alta qualità, animano ancora oggi i membri Le Soste.

Durante l’assemblea si sono discusse le attività dell’anno passato ed  è stata presentata la guida cartacea 2017 che vede protagonisti gli chef, con dei ritratti che occupano un’intera pagina della guida.
Altra novità dell’anno 2017 è l’applicazione, scaricabile gratuitamente su ogni device mobile, dove oltre alle informazioni sui ristoranti soci e alle news relative agli eventi dell’associazione, saranno inseriti dei materiali dai soci stessi.

Il menu dei nuovi soci

Primo antipasto curato da Giuseppe Iannotti di Krèsios: Brodo di katsuobushi di vitello, Scampo di Sicilia Don Gambero e radicchio abbinato a Ferrari Perlé Bianco Riserva 2006, Trentodoc – Ferrari Fratelli Lunelli.
Secondo antipasto curato da Marcello Spadone de La Bandiera: “Pizz e Foije” abbinato a Champagne Pommery Brut Apanage – Vranken Pommery.
Primo piatto di Christian e Manuel Costardi del Christian & Manuel: Carnaroli con crema di Grana Padano “Riserva” Taglio Sartoriale, riduzione di birra e polvere di kafa in abbinamento con “Ronco delle Cime” Friulano Doc Collio 2015 – Venica&Venica.
Secondo piatto di Andrea Aprea del ristorante Vun: Coppa di maiale nero, tarassaco, provola affumicata, miele e peperoncino in abbinamento con La Poja IGT Veronese 2011 – Allegrini.
Dessert di Terry Giacomello di Inkiostro: Corteccia di nocciole in abbinamento con I Capitelli 2015 – Anselmi.

I Progetti

Sono numerose le nuove attività previste per il 2017. Tra le più significative: Si replicherà il Convegno Le Soste con il focus sull’alimentazione; è confermata la partnership con la manifestazione Sapori Ticino; si sta cercando un modo per risolvere il problema del no show; la nuova guida Le Soste verrà presentata da Eataly Smeraldo a Milano; è in cantiere una collaborazione con il progetto Fico di Oscar Farinetti; continuerà l’attività di scouting di nuovi talenti e l’assegnazione di borse di studio per un percorso professionale di alto livello ai meritevoli.

I Premi

Il premio Le Soste Ospitalità di Sala di Cantine Ferrari, prima edizione, è stato assegnato a Giuseppe Palmieri, maître di Osteria Francescana: da autodidatta del vino a capitano di una sala tra le più importanti del mondo, il suo motto è, non a caso, “basso profilo e altissime prestazioni”.

Il premio Le Soste alla Carriera di Allegrini, seconda edizione, è stato consegnato a Aimo e Nadia Moroni per aver contribuito a fare grande una nascente Milano gastronomica e per l’assoluta fedeltà ai saperi e ai sapori italiani.

Il premio Aspi Best Wine Estates of Italy, prima edizione, è stato consegnato a Tenuta Biodinamica Mara per aver arricchito la nobiltà e la storia del vino italiano per la produzione di vini biodinamici “unici”, espressione del territorio romagnolo ma anche del genio e della creatività del viticoltore.

Il premio Franco Ziliani- Le Soste all’Innovazione di Berlucchi, seconda edizione, è stato assegnato a Enrico Crippa per l’entusiasmante ascesa e per la creatività gustativa che non prevarica mai la continua ricerca verso la perfezione, prendendo il meglio delle Langhe e reinterpretandolo.

Il premio Le Soste Blog dell’anno di Grana Padano, prima edizione, è stato assegnato a Gnam Box per la passione con cui sa trasformare il cibo in un momento di vera condivisione.

Il premio Experience Pommery alla miglior selezione di Champagne, prima edizione, è stato assegnato a La Pergola per la selezione di Champagne unica e per un luogo palcoscenico di creatività e ricerca.

Il premio Eccellenza Artigiana di De Cecco, terza edizione, è stato assegnato a Landucci per l’entusiasmo e l’energia sempre costanti nel suo percorso di crescita, dagli esordi artigiani alle rivoluzioni tecnologiche di oggi.

 

Il Consiglio Direttivo 2017

Gualtiero Marchesi – Presidente onorario
Ezio Santin – Presidente onorario
Claudio Sadler –Sadler–Presidente
Antonio Santini –Dal Pescatore –Vice-presidente
Massimo Bottura – Osteria Francescana– Vice-presidente
Angelo Valazza – Al Sorriso –Consigliere
Francesco Cerea – Da Vittorio–Consigliere
Gennaro Esposito – Torre del Saracino- Consigliere
Moreno Cedroni – Madonnina del Pescatore– Consigliere
Martin Dalsass – Talvo By Dalsass– Consigliere

 

Per contattare Le Soste

Via Duca degli Abruzzi, 7/a, 20871 Vimercate (Mb)
tel. +39 039 6080661
www.lesoste.it
info@lesoste.it

C

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome