Bibendum si allarga: 1300 mq di food experience a Modena

bibendum buffet

Bibendum Group inaugura a Modena la nuova sede di 1.300 metri quadrati tra spazi per gli eventi, uffici, magazzini e, naturalmente, una grande cucina regno della chef Marta Pulini e della sua brigata. La nuova sede è in via Ginzburg, all’interno del comparto Alfieri Maserati.

Oltre la location, cambia la filosofia dell’azienda: il concetto di caterng è superato e al suo posto la proposta della “food experience”: negli eventi sono protagoniste le materie prime dei piatti, l’estetica e gli allestimenti che rendono unico ogni appuntamento.
Per Bibendum dunque, è arrivato il momento di mandare in pensione l’idea di un buffet senz’anima e fare del cibo il punto di partenza di un’esperienza a 360 gradi, in un continuum tra ciò che si mangia e ciò che si vede.

Nata a Modena nel 1998 come una piccola realtà di nicchia, dopo vent’anni l’azienda ha visto decisamente cambiare i suoi numeri. Da poche decine di persone per evento ieri, fino a 1.000 e oltre oggi. Anche lo staff si è ampliato ed ora è composto da chef, food manager, art director, fooddesigner, flower designer, addetti alla logistica e al costumer care. In tutto 20 persone che possono diventare anche 100 in caso di grandi eventi), in grado di fare dialogare ragione,creatività e passione.
In cucina, ieri come oggi, c’è l’executive chef Marta Pulini, adesso con una brigata di 4 chef con molti anni di esperienza, affiancati da giovani promesse che escono dalle migliori scuole (in particolare l’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo e Alma, la Scuola di Cucina Internazionale di Parma).
Sabrina Lazzereschi crea l’ “experience”, curando la scenografia dell’evento e la mise en place generale con il contributo di giovani collaboratori provenienti da scuole di design o
scenografia, mentre Gaia Lapini, general manager, ha in mano la gestione economica eorganizzativa che consente a Bibendum di lavorare agilmente in ambiti di ogni natura edimensione. In particolare, la capacità di gestione dei grandi numeri è un aspetto che consente allo staff Bibendum di aggiungere quantità alla qualità.

Nella realizzazione della nuova sede, due aree sono dedicate all’incontro m il pubblico. Sono il “Convivio” e il “Ristoro”, spazi con dimensioni e funzioni diverse, ma entrambi aperte alla città e a disposizione dei cittadini.

Convivio è un ampio open space modulare di quasi 250 metri quadri, in grado di ospitare fino a 200 persone, pensato per eventi culturali enogastronomici: meeting, iniziative aziendali a sfondo culinario, team building, showcooking, ma anche convegnistica, feste e cene private per occasioni speciali. Il cuore pulsante del Convivio sarà la cucina a vista, ora in fase di allestimento, dove sarà possibile vivere l’esperienza di un live kitchen.
Il Convivio ha l’obiettivo di diventare un nuovo punto di riferimento culturale per la città. Ora è in fase di definizione il calendario degli eventi autunnali che faranno riferimento ad alcuni filoni tematici: ci saranno appuntamenti per conoscere e gustare le cucine degli altri Paesi, degustazioni su temi specifici in collaborazione con Slow-Food, incontri didattici su alimentazione, sport e salute e infine si chiuderà l’anno con eventi dedicati al Natale, con i suoi sapori e ambientazioni. Il tutto sempre all’insegna della food experience.

Ristoro è invece una location più piccola, adiacente alla grande cucina di Bibendum e pensata per eventi più intimi, che coinvolgono al massimo 15-20 persone. In questo caso il valore aggiunto è dato proprio dalla continuità con la cucina che rende questo spazio una sorta di “ristorante privato”.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome