A Cernobbio il “Villa d’Este Wine Symposium” con protagonista la Georgia, terra del vino

villa

La decima edizione del Villa d’Este Wine Symposium si svolgerà a Cernobbio, sul Lago di Como, dall’8 all’11 novembre. Tema di quest’anno sarà “Com’era, Com’è, Come potrebbe essere” con protagonista la Georgia, da molti, considerata la culla del vino:.

Sarà un percorso alla scoperta di questo magnifico Paese, come punto d’origine della produzione vinicola e il suo sviluppo fino al giorno d’oggi, all’interno di uno scenario globale incerto, pieno di opportunità ma anche bisognoso di cambiamenti radicali.

In programna ci sono tre seminari: il primo condotto da David Lordkipanidze, famoso antropologo e archeologo georgiano, che esplorerà il passato della Georgia; a seguire uno sguardo al presente con Jean Robert Pitte, studioso francese, che riferirà di un’analisi culturale, sociale, commerciale e agricola del mondo vitivinicolo attuale; in conclusione verrà data particolare attenzione al futuro di questo settore.

Sono anche previste sessioni di degustazione libere nella Sala Impero, interludi musicali elezioni di cucina e tre degustazioni di prestigio con posti limitati a 50 persone, previa prenotazione.
Per la prima volta è in programma la partecipazione a questo evento del Dom Perignon, una degustazione di grande prestigio condotta dal maestro di cantina, Richard Geoffroy con una straordinaria selezione, costituita dalle sue annate più antiche. E cioè P1: 2009 – 2008 – 2004 – 2003; P2: 2000 – 1996 – 1995; P3: 1973
Attesa, infine, per la dimostrazione comparativa tra Romanée Saint-Vivant e Romanée Conti che saranno fianco a fianco nelle annate: 2009, 1999, 1990, 1980 ed il raro 1971. Iniziando con un Vosne-Romanée Premier Cru 2008 e concludendo con un Montrachet del 2003.

Al termine di questa speciale edizione del Villa d’Este Wine Symposium,  LVMH – proprietario di numerosi vigneti come Krug, Moët & Chandon e Château d’Yquem – presenterà il suo nuovissimo progetto in Cina, i vigneti di Ao Yun.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito www.vdews.com

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome