Il futuro della ristorazione in 14 trend. Tre elementi chiave emergono con forza…

Sirha e The Fork hanno definito ognuna sette concetti chiave per il fuori casa di domani, riassumibili in tre macrotrend: vincono i cibi buoni e sani, i ristoranti che regalano esperienze e le tecnologie che facilitano la vita

Prevedere il futuro, si sa, è esercizio rischioso ma affascinante. Materia da leader. Ecco allora che due leader molto diversi tra loro come Sirha e The Fork, rispettivamente la fiera di riferimento per la ristorazione e il più grande portale di prenotazioni on line, hanno voluto raccogliere sette trend (per ciascuno) su cui indirizzare l’evoluzione della ristorazione. Noi li abbiamo messi uno di seguito all’altro per provare a creare una galleria di suggestioni più ampia possibile. Cosa emerge? Che le possibilità di scelta sono molteplici: l’importante è assicurarsi, se ci si specializza, che nella propria realtà di riferimento ci siano sufficienti componenti della tribù che vogliamo conquistare.

Ma, a ben vedere, emergono con forza tre elementi. Primo: la crescente attenzione dei clienti verso la correlazione tra cibi e salute e quindi verso cibi sani e naturali e conosciuti. Secondo: la predilezione verso i luoghi capaci di farti vivere un’esperienza appagante (attenzione, però: non c’è solo l’effetto wow). Terzo: l’uso della tecnologia. Inteso più come elemento facilitante che come fulcro dell’esperienza.

I trend secondo Sirha

Flexitarianismo
Cresce il numero di persone che si orienta verso una dieta prevalentemente vegetariana, ma senza rinunciare del tutto ai consumi di carne, che diventano sporadici.

Locavorismo
L’onda lunga del Km0 si è trasformata in un’attenzione diffusa a valorizzare (lato chef) e preferire (lato clienti) gli ingredienti del territorio e i fornitori locali.

Attrattività
Creare ambienti ed esperienze attraenti è un elemento chiave per conquistare la clientela. E, in più, permette di  amplificare la visibilità del proprio locale sui social network.

Praticità
La tecnologia rimodella le esperienze di consumo. La tecnologia avvicina i clienti, con home delivery, click&collect ecc. Il cibo mette le ruote e va dal cliente.

Sostenibilità
L’attenzione crescente ai temi della sostenibilità spinge il mondo del fuori casa a ripensare i processi per ridurre uso di plastica, sprechi, rifiuti, emissioni di gas serra ecc.

Buono e naturale
Si diffonde l’attenzione a quel che si mangia, consapevoli che cibo e salute sono correlati. Da qui la ricerca di alimenti più sani e salutari, senza rinunciare al gusto.

Mondalizzazione
La disponibilità di ingredienti da tutto il mondo, il diffondersi di culture culinarie di altri continenti favorisce la nascita di nuovi stili e l’ibridazione dei gusti e dei piatti.

I trend secondo Doxa-The Fork

Tecnologia
Per il 95% dei ristoratori americani la tecnologia migliora l’efficienza dell’attività. La sfida è trovare l’equilibrio tra l’esigenza di efficienza dei gestori e quella di esperienza dei clienti.

Condivisibilità
Instagram Stories, Facebook Live e YouTube spingono a creare piatti non sono fotogenici, ma che funzionano in video. Ecco allora comparire i glitter eduli e gli injectable flavors.

Superfood
Dagli ingredienti sani si va verso gli ingredienti funzionali nei piatti. Si moltiplicano proposte e format che puntano sugli effetti benefici di particolari cibi e ingredienti sulla salute.

Free-from
Si espande l’offerta di locali o singoli piatti studiati per specifiche esigenze alimentari.Si moltiplicano i menu free-from (lattosio, glutine) e le proposte vegetariane e vegane.

Tematizzazione
L’importanza data dai clienti all’esperienza spinge verso la creazione di ristoranti a tema ispirati a serie Tv, a cartoon e a tutto ciò che si porta dietro una community di fan.

Trasparenza
Cresce l’importanza delle informazioni su approvvigionamento, origini alimentari, metodi di coltivazione e trasformazione dei prodotti. E l’attenzione verso le eco-iniziative

Conoscenza
I clienti vogliono diventare esperti. Si buttano sul web alla ricerca di notizie sull’ingrediente sconosciuto, sulle proprietà dei cibi, sui produttori.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome